Io scrubbo… e tu?

Una della cose che amo fare, in una bella domenica di sole, è sicuramente uscire.. ma, dovendo stare a casa, trovo anche estremamente gradevole dedicare un po’ di tempo alla mia cura personale: una bella doccia con la finestra aperta e il cinguettio dei passeri, lavaggio dei capelli con relativa maschera idratante, e un bello scrub corpo e viso.

Ma cos’è esattamente uno scrub? Per chi non avesse dimestichezza con il termine, che sta per “pulizia profonda”, si tratta semplicemente di un trattamento esfoliante che serve ad eliminare le cellule morte della nostra pelle, favorendo così la rigenerazione cellulare e permettendo quindi alle cellule “nuove” di salire in superficie: l’effetto finale è una pelle più liscia e più lucente.
Ma non solo, perchè la pelle, così preparata, è anche molto più ricettiva ai principi attivi contenuti nelle varie creme idratanti, rassodanti, anticellulite ecc.

Ci sono diversi tipi di scrub in commercio, ma è anche possibile crearseli da sole in cucina, mescolando alcuni semplici ingredienti di facile reperimento: gli ingredienti base infatti sono sale grosso (o zucchero grezzo) e olio, che sia di mandole, di jojoba, o anche semplice olio di oliva.

Io attualmente ne sto usando uno ai sali del Mar Morto, prodotto dalla May Sole, un’azienda israeliana, trovato in vendita al Coin a 40€.

Magari adesso qualcuna penserà: brava fessa, a pagare 40€ per mezzo chilo di sale! Non è proprio così: intanto, i sali del Mar Morto non sono paragonabili al nostro sale da cucina, essendo particolarmente ricchi di magnesio, potassio e bromo ed efficaci non solo per la bellezza della pelle ma anche per combattere gli inestetismi cutanei quali l’acne, la seborrea o i pruriti; aiutano inoltre il nostro organismo a rilasciare le tossine.

Oltre al sale, questo scrub contiene anche diversi tipi di olii e vitamina E, che rendono la pelle più liscia ed elastica.
Come potete vedere, i granelli non sono particolarmente fini.. insomma, se massaggiate per bene, lo scrub si sente! Però devo dire che lascia una sensazione molto gradevole, di benessere, di energia e di “pulizia”, di pelle più morbida e tonica.
Naturalmente non va usato troppo spesso, è sufficiente una volta ogni una/due settimane; nonostante sia uno scrub corpo e quindi meno delicato, occasionalmente lo uso anche per il viso, quando voglio una pulizia più profonda, e la sensazione è davvero quella della pelle che respira.
L’unica accortezza da tenere è quella di non usarlo laddove la pelle presenta ferite o tagli, perchè, in quanto contenente sale.. brucia!

Per me è trattamento settimanale di bellezza, però ricordiamoci che ci stiamo avvicinando all’estate, e fare uno scrub prima di prendere la tintarella aiuta anche ad abbronzarsi meglio e in maniera più uniforme; l’estate è anche tempo di cerette, e fare degli scrub con regolarità aiuta ad evitare gli antipatici problemi legati ai peli incarniti: insomma, so che non tutte le donne apprezzano questo tipo di trattamento, però a mio avviso è davvero utile e fa sentire meglio.

Alla prossima!

  • 0

    Overall Score

  • Reader Rating: 0 Votes

Share

You May Also Like

2 comments on “Io scrubbo… e tu?

  1. maggio 19, 2011 at 7:10 pm

    hai davvero un blog molto carino 🙂

  2. giugno 24, 2012 at 9:37 pm

    ciao,

    posso avere il tuo email PF ? 🙂
    se puoi mi mandi un messagio a: ehmail84@gmail.com

    grazie !

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *