,

Rigatoni con fave, pancetta e pecorino

*Avviso ai naviganti: la visione del seguente post nuoce gravemente alla vostra dieta. Poi non dite che non ve l’avevo detto.*


Eccomi con un’altra delle mie ricettine Gnam Gnam 🙂
Avevo una mezza idea di darmi un po’ un tono facendo quella che vi parla delle proprietà benefiche dei vari ingredienti, poi però a ben guardare mi son resa conto che la maggior parte delle ricettine che propongo non sono propriamente un concentrato di leggerezza, quindi forse è meglio se sorvolo 😛
Quella di oggi è una ricettina facile facile e saporita, e tutto sommato non troppo diversa da una carbonara.
Vi serviranno delle fave, vanno benissimo quelle che si trovano già pronte nei barattoli tipo Bonduelle.. per intenderci, io ho usato queste qui da 300gr:

Ne ho tenute da parte una manciata, ho scolato per bene il resto e le ho messe in un contenitore, ho aggiunto una cinquantina di grammi di pecorino grattuggiato (eventualmente va bene anche il grana), e circa un bicchiere di brodo delicato; ho preso il Minipimer (il cielo benedica il suo inventore) e ho frullato in tutto, fino ad ottenere una cremina vellutata e senza grumi (bastano pochi minuti). Occhio a non rendere la cremina troppo liquida, perchè poi vi servirà da condimento per la pasta.

Una volta raggiunta la giusta consistenza, ho messo 2-3 cucchiai di cremina sul fondo del piatto.
Nel mentre che facevo bollire l’acqua della pasta, ho preso circa 200 gr di pancetta (contati per 4 persone), che se preferite potete sostituire con dello speck, e l’ho messa a rosolare senza ulteriore aggiunta di olio (eh, poi non venitemi a dire che non cucino dietetico!!).

Quando vedete che la vostra pancetta si sta dorando, sfumate la cottura con un po’ di vino bianco (1 bicchiere è sufficiente) e cuocete finchè la pancetta non assume un bel colorino 😀
(e magari ricordatevi di usare un coperchio per evitare di schizzare tutto come la sottoscritta!)

Scolate la pasta leggermente al dente e terminate la cottura saltandola in padella insieme alla pancetta, aggiungendo eventualmente ancora un po’ di pecorino (occhio a non esagerare se no viene troppo salato) e del pepe.

Lasciate che la pasta prenda un po’ di colore, mescolando spesso, e poi servitela sopra la vostra crema, guarnendo a piacere con alcune delle fave che avevate tenuto da parte all’inizio.

Mescolate la pasta con la cremina sotto e.. buon appetito!

  • 0

    Overall Score

  • Reader Rating: 0 Votes

Share

You May Also Like

One comment

  1. settembre 24, 2011 at 6:32 am

    hai messo l'unica ricetta in cui amo le fave <3 le trovo troppo amare mangiate in purezza, ma nella pasta così sono yummy!

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *