102193

Dove? Ma sul Mar Morto!

Dietro questo titolo criptico, si cela un deodorante che ho avuto modo di provare abbondantemente per circa 2 mesi e mezzo, Dove Natural Touch ai minerali del Mar Morto: volevo parlarvene in un periodo più prossimo alla sua uscita del mercato, però l’ho recentemente intravisto in un Carrefour e quindi direi che il momento è giunto!
Come vi avevo già accennato quando vi ho parlato della maschera viso di Bottega Verde, tutto ciò che ha a che fare con il Mar Morto è per me un richiamo irresistibile: capirete quindi che ho provato questo deodorante con particolare interesse, anche perchè, diciamocelo.. ok i fanghi per il viso e il corpo, ok i sali per lo scrub ma… i sali in un deodorante?
Prima di addentrarci nella mia esperienza, due parole sul Mar Morto, che deve essere davvero un luogo incredibile: intanto, non saprei quanto sia corretto definirlo “mare”, poichè è un bacino chiuso senza emissari, in cui confluiscono le acque ricche di minerali del fiume Giordano.
Situato tra Israele e Giordania, nella depressione più profonda della Terra (a circa 400 metri sotto il livello del mare), il Mar Morto è famoso per la sua altissima concentrazione salina, dovuta al clima caldo e all’assenza di precipitazioni, che favoriscono la forte evaporazione ed il deposito di minerali.
Una delle conseguenze più visibili e divertenti è che.. si resta a galla, così semplicemente, senza saper nuotare.
Il Mar Morto presenta una concentrazione particolarmente elevata di sali, 33% rispetto al 3% dell’oceano, quali magnesio, sodio, calcio, fosforo, bromo e cloro. 
Tra le molteplici applicazioni cliniche spiccano quelle dermatologiche, per il trattamento di psoriasi, dermatite atopica, lichen, vitiligine e numerose alterazioni su base immunitaria.

Nelle acque del Mar Morto sono presenti oltre 20 tipi diversi di minerali, tra cui Potassio, Magnesio e Calcio, molto simili a quelli che si trovano naturalmente nella nostra pelle. È stato dimostrato come i minerali del Mar Morto, applicati sulla pelle, risveglino il metabolismo cellulare, ripristinando il regolare processo rigenerativo della pelle.
La particolare composizione minerale del Mar Morto, inoltre, contrasta nella cute i fenomeni ossidativi e infiammatori, responsabili di eventi lesivi e dell’invecchiamento,  e concorre a ristabilire non soltanto un equilibrio metabolico e strutturale ma anche la funzione barriera e i processi di interazione e scambio con l’ambiente esterno.

Grazie alla loro struttura molecolare, infatti, i minerali del Mar Morto penetrano in profondità negli strati cutanei ed interagiscono con le cellule. Si innesca così un processo definito di osmosi inversa che permette ai minerali di rilasciare proprietà indispensabili per il benessere della pelle, stimolando allo stesso tempo la naturale eliminazione di liquidi e tossine in eccesso.

Accanto al metabolismo cellulare, i minerali essenziali presenti nella nostra pelle sono responsabili della stabilità del livello d’idratazione cutanea, perché trattengono meglio l’acqua nei tessuti. 

Il Calcio, ad esempio, favorisce la permeabilità della membrana cellulare; il Sodio, invece, attiva il trasporto di sostanze nutritive tra cellula e cellula; il Magnesio, stimola la sintesi proteica mentre il Potassio regola l’equilibrio idrico.

I minerali del Mar Morto, così simili a quelli che si trovano nel nostro corpo, sono quindi preziosi alleati per aiutare la pelle a ristabilire e poi mantenere la sua naturale idratazione.

Dove ha quindi pensato di unire lo storico ¼ di crema idratante, arricchito con estratto di olio di semi di girasole, alle superiori proprietà idratanti dei minerali del Mar Morto, per un nuovo deodorante Dove Natural Touch.

La formulazione di un deodorante con minerali del Mar Morto assume dunque un significato di particolare originalità innovativa. Non soltanto perché ispirata a un modello naturale, riferimento per la stessa ricerca moderna, ma anche perché, con un prodotto di semplice e scontato impiego quotidiano, offre l’opportunità di soddisfare il costante bisogno di cura, non sempre adeguatamente valorizzato, di quell’importante organo di mediazione e contatto con il mondo che è la nostra pelle.  (Professor Paolo Pigatto, dermatologo e Presidente SIDAPA- Società Italiana Dermatologia Allergologica Professionale Ambientale)

Sono 4 i formati disponibili:

– spray da 150 ml al prezzo consigliato di € 4,08
– roll on da 50 ml al prezzo consigliato di € 2,95
– vapo da 75 ml al prezzo consigliato di € 4,71
– stick da 30 ml al prezzo consigliato di € 2,95

Io ho provato subito il vapo, il mio formato preferito.

Come vi dicevo, sto usando questo deodorante da circa 2 mesi e mezzo: la primissima “prova del fuoco” è stato anche il primo giorno di utilizzo, durante il Cosmoprof; mi ricordo che era una bella giornata, soleggiata ma freddina, essendo a marzo, mentre nei padiglioni c’erano… i Caraibi! In condizioni normali, oltre a buscarmi un raffreddore, avrei sudato in maniera decisamente poco consona a una gentil donzella quale sono io: com’era normale un po’ ho sudato, tuttavia non ho avuto “effetti collaterali” sgradevoli.. insomma, niente effluvi molesti, tanto per intenderci!
In generale, l’ho trovato molto delicato sulla pelle, tanto che lo uso tranquillamente anche nel post-depilazione senza avere bruciori, perchè non contiene alcol.
Non tradisce nemmeno nell’uso quotidiano, anche al termine di una movimentata giornata lavorativa la mia pelle resta fresca e asciutta, ed effettivamente ben idratata.
La profumazione è molto delicata, femminile, decisamente non invasiva tuttavia persistente.. insomma, saprete “di buono” per un bel po’.
Onestamente non sono in grado di dirvi se resista davvero 48 ore.. anche perchè in genere mi lavo prima 😛
In ogni caso, nulla da eccepire sulla durata: tenete però conto che io non faccio palestra o simili (vade retro!!), quindi non saprei dirvi come si comporta in situazioni di particolare sforzo fisico.
In conclusione, si tratta di un prodotto decisamente buono e non aggressivo, che, oltre a fare il suo dovere, protegge e idrata le nostre ascelle, lasciando una piacevole sensazione per tutta la giornata.

Ultima cosa: spesso ho sentito critiche verso Unilever, società detentrice di parecchi marchi, tra cui Dove, in merito ai test sugli animali.
Qui sotto vi riporto uno stralcio della posizione di Unilever su questo argomento (il doc intero è di 3 pagine, se però vi interessa leggerlo contattatemi e ve lo mando).

La grandissima maggioranza dei nostri prodotti arrivano ai consumatori senza che i loro ingredienti siano stati testati su animali. Il nostro impegno a eliminare i test sugli animali è sostanziato dal lavoro svolto fino dagli anni ’80 per sviluppare e utilizzare metodi alternativi ai testi sugli animali. Tra questi, nuovi metodi di valutazione dei rischi, modelli biologici e informatici e metodi non basati sulla sperimentazione animale per la raccolta dei dati. […] L’impegno di Unilever è di eliminare test sugli animali. Siamo altrettanto impegnati nella sicurezza e nella salute dei consumatori, e nella sicurezza della nostra forza-lavoro e dell’ambiente. Non testiamo i prodotti finiti sugli animali, a meno che ciò non sia richiesto dall’autorità nei pochi paesi in cui la legge lo prevede. In questi casi cerchiamo di convincere le autorità locali a cambiare la legislazione. Nei casi in cui i test sugli ingredienti siano obbligatori per legge o al momento attuale inevitabili, il nostro obiettivo è ridurre al minimo il numero di animali utilizzati. […] In Unilever l’utilizzo di metodi non basati su animali è la regola e i test sugli animali sono l’eccezione. Prima di procedere a qualsiasi test su animali, le procedure interne di controllo di Unilever richiedono la certificazione da parte del senior management che non esistono metodi alternativi. Unilever non effettua test su animali, né commissiona a terzi test su animali per proprio conto, a meno che non sia necessario per ottemperare ai propri obblighi di salute, sicurezza e rispetto dell’ambiente, o non sia richiesto dal legislatore o da altri enti ufficiali.

 

Share

You May Also Like

8 comments on “Dove? Ma sul Mar Morto!

  1. maggio 21, 2012 at 9:46 pm

    io amo la dove….bellissimo post complimenti^_^

  2. maggio 21, 2012 at 9:45 pm

    L'aluminium chlorohydrate è una sostanza dannosissima per la pelle! ci sono ricerche che associano l'utilizzo di prodotti a base di aluminium chlorohydrate con il cancro al seno. In genere tutte le marche di deodoranti più diffuse lo utilizzano, c'è da stare molto attenti.

  3. maggio 22, 2012 at 5:05 pm

    Anche io sto usando ed amando questo deodorante!

    Ti ho Taggato sul mio blog nel post "Tag curiosone". Spero ti faccia piacere!
    http://goo.gl/o4iQ7

  4. maggio 22, 2012 at 7:22 pm

    Io ho ricevuto il vapo….e l'ho appena iniziato ad usare!

  5. maggio 23, 2012 at 4:47 pm

    DOVE non si batte!
    P.s. non centra nulla ma sono in classifica tra le prezzemoline!

  6. maggio 24, 2012 at 12:50 pm

    complimenti per il titolo del post.. il deo lo trovo straordinario!!!

  7. luglio 31, 2014 at 1:19 pm

    Ciao…uso tantissimo i sali del mar morto, traggo un enorme beneficio sia fisico che psichico dopo le applicazioni. Li uso sopratutto per bagni contro la ritenzione idrica: prima di scioglierli nell'acqua della vasca li miscelo con olio essenziale di arancio in inverno e rosmarino origano nella stagione estiva. http://goo.gl/lZVDpe

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *