E il naufragar m’è amaro..

.. in questo cumulo di cazzate, scemenze.
O sono io che non ho capito un ciufolo della vita, o questa giornalista non sa quello che scrive.
CLICK
Temo i prossimi articoli sulle “nuove professioni” che ci propinerà.

No, ma, parliamone..

Una macchina fotografica, un sorriso e un computer. Basta questo per diventare una fashion blogger, un’esperta di tutto ciò che riguarda moda, vestiti e personal style. Non si tratta di essere solo un’amante delle sfilate ma piuttosto un’esperta di fashion che diffonde in rete outfit, foto che la ritraggono mentre indossa abiti, borse e scarpe firmate.

Quindi, per essere una fashion blogger secondo la giornalista è sufficiente farsi fotografare con addosso dei vestiti e degli accessori..
Ma allora, tutte fashion blogger!
Pure io posso fare la fashion blogger, io che distinguo a malapena la lana dal cotone (giusto perchè la lana è pelosa), che non conosco la differenza tra viscosa e poliestere e che sono talmente ignorante in materia che non riesco nemmeno a fare degli altri esempi di ciò che non so!
Ma basta poco, che ce vo’ ? Sorridi, click, internet!
Ma, altolà, cos’è che dice poi? “Firmate”.
Occacchio.
e lo ribadisce qualche riga sotto:

 È indispensabile un primo investimento per acquistare i primi abiti da pubblicizzare. Fashion blogger raccontano che la spesa iniziale si può aggirare attorno ai mille euro ma può anche essere più contenuta.

1000 euro?
Beh, si sa che le attività imprenditoriali necessitano di un investimento iniziale.. 1000 euro, insomma, non sono pochi, però è fattibile. Quindi vediamo, mi faccio un giro in centro con in miei 1000 eurini, mi compro un po’ di cosine e mi faccio le foto.
Mmmmh, certo che a vestirsi con Prada da capo a piedi e fare le fighe, son brave tutte.. l’originalità di una fashion blogger non sta anche nel fatto di proporre uno “stile” bello e originale anche non griffato e quindi alla portata di tutti? Boh, evidentemente no, è sufficiente fare il “manichino” vivente e deambulante. Evvai evvai, questo lo so fare 😀
Ok ci siamo, vediamo adesso cosa devo fare:

L’ideale sarebbe proporre un outfit al giorno, indossando capi di cui si indica la marca, la collezione e il prezzo. Fino a qualche tempo fa era necessaria una macchina fotografica professionale per esaltare al meglio le caratteristiche di vestiti e degli accessori ma oggi con un iPhone e Instagram si può fare un buon lavoro.

Un outfit di roba firmata al giorno, con un investimento iniziale di 1000€? e quanto mi durano?? Ma per fortuna almeno non serve più la Reflex, è sufficiente un Iphone, che notoriamente te lo tirano dietro.. oppure in alternativa basta fidanzarsi con un fotografo!!
Poi vediamo, basta mettere i tag giusti, basta spammare sui vari social network, e il gioco è fatto! Inviti, sfilate, regali, e soldoni dai banner come se piovesse!

Già mi vedo il prossimo articolo, anzi anzi adesso le scrivo l’incipit, su come si diventa Beauty blogger:

Una macchina fotografica, un sorriso e un computer: basta questo per diventare una beauty blogger, un’esperta di ciò che riguarda la cosmesi, il benessere e la bellezza. E se non avete idea della differenza che c’è tra un eyeliner e un lipliner, o tra un fondotinta e la Nutella, non preoccupatevi, mostrate il vostro nuovo *prodotto griffato random* e le aziende faranno a pugni per riempirvi di prodotti, inviti e soldoni!

Adesso scusate ma ho da fare.. vado a cercarmi un fidanzato fotografo!
Bisognerà pur iniziare da qualche parte no??

 

Share

You May Also Like

30 comments on “E il naufragar m’è amaro..

  1. l'ho letto anch'io e ho evitato di commentare, per decenza o riversavo addosso a questa simpatica giornalista ettolitri di insulti…
    gaia

  2. Il TgCom è una fonte inesauribile di cazzate, non ho parole.
    E' uno degli articoli più stupidi sul fenomeno fashion blogger che io abbia letto e diciamo che in generale lo sono un po ' tutti.
    Fantastica la tua intro sull'articolo per le beauty blogger hahahahahha

    • Hai assolutamente ragione!

    • Stupido sicuramente, tuttavia credo che fotografi bene una situazione che spesso è reale: quante volte ci sono capitati sotto gli occhi blog fatti esattamente così, con foto in pose simil-fighe, di sedicenti fashion blogger che non danno nulla di più di quanto potrebbe fare un manichino in vetrina?

    • Appunto, e poi, come dicevi tu, sono brava anch'io a fare la faiga col vestito di prada…ma, d'altronde, l'obiettivo secondo la giornalista è "far sognare le lettrici", no? MAH

  3. Ma tu hai iniziato ieri no? 😀 e non ti è servita neppure una Reflex.

    • Ma io sono faiga anche se non indosso Prada.. sono un talento naturale diciamo 😛

  4. ahahah!! mi hai fatta morire dal ridere!
    L'avevo letto anche io e sono rimasta sconcertata…bah!

    Ah! ora vado a chiedere ai miei 1000 euro da spendere in abiti griffati, sia mai che passi per una pezzentona! 😉

    • brava! e se i tuoi oppongono resistenza, fai leggere l'articolo della giornalista e convincili che non è shopping compulsivo bensì un mirato e oculato investimento!

  5. a sto punto dovremmo scrivere noi un "tutorial" su "come diventare giornalisti" dedicato proprio alle esperte come la scrittrice dell'articolo

  6. Vebbè ma non ho parole, davvero! Ma sti giornalisti possono scrivere tutte le minciate che vogliono indisturbati? o_o Comunque da un lato devo dire che io i fashion blog non li ho mai capiti:ma che gusto c'è a vedere un blog pieno di foto di na tizia qualunque griffata da capo a piedi? Per me un blog dedicato alla moda è ben altro.
    Non ne seguo moltissimi, ma quelli che seguo sono fatti come si deve: pieni di consigli sugli abbinamenti giusti a seconda delle occasioni o delle forme del corpo. O Ancora recensioni sugli e-commerce. Ecco questi sono i blog che hanno un senso. Per me una tipa che si fa foto e basta è come una beauty blogger che "recensisce" una crema dopo una settimana: inutile se non dannosa! =.=

    ps. sono stata un po' acida, scusatemi! 😀

  7. ahahah bravissima susi! quoto!

    • ahahahahah quando ce vò…!!!

    • e io quoto mezzaluna che quota susi!!

  8. Bellissima la parte della Nutella! 😀

  9. che cose assurde!!!!!

  10. No vabbè, sono senza parole.

  11. ahahahah rido per non piangere va XD

  12. NO vabbè..certe cose sono veramente ma veramente da cretine.

  13. ahahahah ho riso dall'inizio alla fine, anche se in realtà ci sarebbe da piangere!

  14. Ricorda che il fidanzato non deve avere la macchina fotografica professionale tanto c'è Instangram che fa miracoli!

  15. Ahahahahah, buona idea quella del fidanzato, ma che sia milionario perchè mi sa che i mille !eurini" bastano per un paio di scarpe "griffatissimo"!

  16. Mah!! Certo che non sanno più che scrivere..

  17. Non c'è mai limite alle stupidate che uno può scrivere…però quoto Chiara Glycine, a volte i fashion blog non aggiungono nulla, non danno nessuno spunto, neanche la bellezza della foto!
    (Perchè non ero iscritta al tuo blog? Ho rimediato!)

  18. povere noi, spero fosse ironica…perché in caso contrario è da revocarle l'abilitazione alla professione!!!!

  19. ahahahah!!! mi hai fatto morire dal ridere!!! ma la parte più bella è l'incipit del tuo articolo sulle beauty blogger! FANTASTICO!!!

  20. il fatto che l'antipaticissima ferragni in 6 mesi abbia fatturato 50 mila euro me la fa odiare ancora di più…e per la cronaca….SI è INVIDIA!!!

  21. ahahhaahha!risata isterica :/

  22. ahahahaah…oddio :/
    io neanche distinguo la lana dal cotone, infatti ho aperto un blog si misto tra make up e fashion, ma io di fashion non me ne occupo completamente, siamo in due! 😀 http://curlsandfrecklescs.blogspot.it/

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *