Indovinello.. inglese :)

Potrei dirvi che il brand di cui parliamo oggi è stato fondato da Charlotte Straughan, specialista nella cura delle unghie, e comprende un’ampia gamma di smalti colorati e trattamenti dalle formulazioni all’avanguardia; indizio troppo scarso? ok, andiamo avanti.
Potrei dirvi che è un marchio britannico, nato circa 8 anni fa, che ha scalato rapidissimamente le classifiche tra i brand preferiti da esperti e appassionati di manicure; ancora troppo difficile?
Potrei dirvi anche che non si tratta solo di smalto, ma di design applicato al mondo delle unghie, sia dal punto di vista dell’immagine che da quello del risultato; è ancora un po’ vago, lo so.
Adesso però diventa facilissimo: avete presente quelli della Caviar Manicure? ma sì, quella con i pallini sopra le unghie!
Ecco, proprio loro, Ciaté, avete indovinato 🙂
Quest’autunno ci riprovano, stavolta niente pallini, da settembre ci aspetta la Velvet Manicure, praticamente una polvere di velluto che, versata a ricoprire l’unghia smaltata, le darà un effetto per l’appunto vellutato ma più discreto rispetto alle fuzzy nails (in pratica, le unghie col pelouche sopra :P)
Per chi non ama finish fantasiosi, Ciaté propone non solo smalti colorati, ma anche trattamenti specifici per ogni esigenza estetica e curativa e, non ultimo, gli accessori per la cura delle mani e dei piedi. Grazie all’esperienza e alla passione per i dettagli di Charlotte Straughan, i prodotti Ciaté hanno un alto standard qualitativo e sono studiati sia per i professionisti del settore sia per il grande pubblico.
Sono smalti creati con una formula naturale esclusiva, senza additivi chimici e in più non sono testati sugli animali; l’applicazione è resa facile e precisa grazie alla lunghezza del manico dell’applicatore e al pennello composto da ben 250 setole.
Uno dei tratti distintivi del packaging di questi prodotti è il fiocchettino di raso nero applicato su ogni boccetta, un ulteriore tocco del glamour caratteristico del brand.

Come sempre, uno dei maggiori problemi di questo brand è la reperibilità in Italia: da noi è possibile acquistarli (da poco, se non erro), sul canale QVC, che si può trovare sul Digitale Terrestre e tivùsat al canale 32, e su Sky al canale 475; è possibile acquistare anche online, su www.qvc.it.

Il prezzo di ogni boccetta è di soli € 8,50 per ben 13,5ml di prodotto, direi decisamente abbordabile!

Questo è un brand che manca alla mia “collezione”, se così possiamo chiamarla: alzi la mano chi li ha già provati e, soprattutto.. cosa ne pensate?

Share

You May Also Like

22 comments on “Indovinello.. inglese :)

  1. agosto 9, 2012 at 4:32 am

    Io non li ho mai provati ma mi piacciono moltissimo le confezioni di questi smalti! un bacio

  2. agosto 9, 2012 at 6:56 am

    Ecco, io forse alla velvet cedo ( prezzemola, splende il sole sì??)

    • agosto 10, 2012 at 2:22 am

      splende il sole dibbrutto e sono diventata similaragosta 🙂
      comunque la velvet potrebbe essere carina.. ma onestamente sono più propensa a cercare una soluzione fai da te!

  3. agosto 9, 2012 at 7:15 am

    ho visto il video di michelle phan dove usava quello con i pallini! che carinoooo!!! io sarei curiosissima di provarli, peccato che siano difficili da trovare >.<
    Deirdre posso chiederti una cosa, tu sei informata/sei stata all'intercharm a milano? Può valere la pena per omaggini/sconti? perché forse quest'anno ho la possibilità di andarci… 🙂

    • agosto 10, 2012 at 2:26 am

      dunque, io ci sono stata l'anno scorso e ci tornerò quest'anno, anche perchè sono 10 minuti di macchina da casa mia.. tu da dove verresti? tieni conto che è una fiera piuttosto piccolina, niente a che vedere neanche lontanamente con il cosmoprof, questa volendo in un pomeriggio te la vedi tutta! Quindi, secondo me, se sei vicina e hai voglia di passare una giornata diversa si può fare (comunque l'ingresso mi pare costasse sui 15euro), ma se devi fare un viaggio apposta e pagare treno o auto ed è una cosa lunga, allora sarebbe da rifletterci su un po'. Magari sarebbe interessante consultare la lista degli espositori, per iniziare a farsi un'idea di quanto valga la pena vedere!

    • agosto 10, 2012 at 9:05 am

      eh chiedevo perché io sto per trasferirmi proprio a milano 🙂
      io sono stata anche al cosmoprof però c'era talmente tanta confusione che alla fine sono uscita distrutta…se riesco a venire magari ci vediamo ^^

  4. agosto 9, 2012 at 9:36 am

    Avevo visto questi smalti, ma l'unghia pelosa non mi sconquiffera molto… ma aspetto di vedere foto di ragazze che l'hanno provata per farmi un'idea.
    A te piacciono?

    • agosto 10, 2012 at 2:35 am

      mah, allora.. l'unghia pelosona stile fuzzy, no, troppo pelouche; l'unghia vellutata potrebbe non essere male (per una serata, perchè non oso immaginare come diventa bagnata), però onestamente dovrei trovare un modo economico per riprodurla, magari sgrattuggiando un vecchio pezzo di velluto! diciamo che la proverei come sfizio, senza comprare appositamente il kit.

    • agosto 10, 2012 at 10:49 am

      mi piacciono le soluzioni fai-da-te!!

  5. agosto 9, 2012 at 7:37 am

    io li ho provati (quelli normali) e non sono niente di particolare. cioè, non mi sono accorta di grandi differenze rispetto a uno smalto Essence o OPI o simili… alcuni colori sono molto belli 🙂

    • agosto 10, 2012 at 2:31 am

      ciao Silvia!
      credo che alla fine i colori "normali", più o meno si somiglino in tutte le marche, alla fine ciò che li fa distinguere sono cose bizzarre come la caviar oppure adesso sto finish velluto. chissà cosa ci propineranno l'anno prossimo? dopo i pallini e i peli.. magari un bel finish viscido "ostrica" 😛
      vabbè che pensiero da brrrrrivido!

  6. agosto 9, 2012 at 7:43 am

    Le unghie col pelo? Ma non sono scomode, per esempio quando si lavano i piatti? 😀

    • agosto 10, 2012 at 2:32 am

      mi sa proprio che i piatti con quelle mani lì non li lavi.. se no il finish sarà pure velluto, ma l'odore diventa "cane bagnato" 😛

  7. agosto 9, 2012 at 9:51 am

    La caviar manicure mi sembra abbastanza assurda… vedremo come saranno questi nuovi smalti vellutati!

    • agosto 10, 2012 at 2:37 am

      e poi.. quando i pallini cadono? perchè comunque ad un certo punto l'unghia inizierà a perdere i pezzi, poi restano i buchi :/

  8. agosto 9, 2012 at 10:02 am

    Mai provati i loro smalti, ma devo essere sincera non amo particolarmente le manicure strane, la caviar è orrenda secondo me, forse questa leggermente vellutata potrebbe essere carina, ma sono dell'idea che se come me fate lavori di casa, nel giro di un paio di giorni la manicure è bella che andata, magari può essere carina per una festa od un evento al massimo.

    • agosto 10, 2012 at 2:39 am

      un paio di giorni? secondo me anche meno!!
      e temo che sì, qui i lavori di casa li facciamo tutte… ah, ma se qualcuna si offre per fare i miei e nel mentre io testo la durata della velvet, per me si può fare eh! però temo che sarà un test molto luuuuuungo e approfondito 😀

  9. agosto 9, 2012 at 11:56 am

    Nuuuuu mi fanno impressione, sarà che io col gatto in casa che mi perde pelo ogni 2×3 sono stufa, ci manca pure avere il pelo sulle unghie…

    • agosto 10, 2012 at 2:40 am

      ahahaha che ideona! potremmo lanciare la cat manicure 😀
      (e stai parlando con la felice proprietaria di un gatto a pelo lungo)

  10. agosto 14, 2012 at 1:26 pm

    Bellissimi colori e bella la manicure!

  11. agosto 16, 2012 at 11:45 am

    non so se la conosci/conoscete, ma makeupdelight su youtube fece un video sul kit cavial manicure di ciatè , e di recente ne ha fatto uno sul kit della velvet manicure, sempre di ciatè, in cui fa vedere l'applicazione, eccetera; per chi non è solito vedersi i video delle guru, lei ha pure un blog e ha messo le foto anche lì; cmq quello che volevo dire è che non mi piace 😀 alla fine fa vedere come sono le unghie con i peletti appiccicati e secondo me non è un bell'effetto, sono tutti a caso e , sono brutti ecco, e non penso che dipenda da una sua inabilità pratica,cioè credo che anche la nail artist più esperta non riuscirebbe a ottenere un effetto decente. Secondo me verrebbe più carino a sto punto ritagliare delle mmascherine della forma delle proprie unghie da un pezzo di stoffa e appiccicarsi quelle 😀
    E poi lei ha pure detto che quando si lava le mani le rimangono le unghie bagnate :O

    Comunque non mi piace manco la cavial manicure, sarà perché mi piace sì mettermi lo smalto, ma mi piace starci anche comoda, e non dover pensare che non posso fare questo o quello perché sennò mi si rovina la manicure o perdo perline ovunque 😀

  12. agosto 16, 2012 at 12:03 pm

    Ah voglio aggiungere un paio di cosette al mio papiro 😀
    Come per la cavial manicure bastava prendere uno smalto normale e comprare delle perline colorate in quei negozi tipo di bricolage, senza spendere 25 dollari per un kit ciatè (che tra l'altro ha appena tre varianti di colore), così ho visto che anche per questa velvet manicure si trovano a comprare questi "peletti" sfusi :O

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *