1-apocalips

Rimmel London Apocalips nr 400 Big Bang

Ultimamente mi rendo conto di essere piuttosto monotematica nel blog: vi mostro per lo più smalti e rossetti, con una predominanza di questi ultimi, ma d’altronde questo riflette la fase cosmetica che sto vivendo e che si riassume bene con un “toglietemi tutto, ma non il mio rossetto!”.
Quindi anche oggi indovinate di cosa vi parlerò?
Appunto 🙂
I rossetti Apocalips Rimmel sono abbastanza controversi: c’è chi li ama e chi proprio non ci si trova.
Da che parte sto io? Beh, fate voi, ne ho quattro e sono alla disperata ricerca del quinto (vorrei il nuovo Eclipse della collezione invernale, ma non so se è esaurito o cosa, fatto sta che non riesco proprio a trovarlo. Credo che sia una congiura dell’Universo che non vuole farmi rompere il ban cosmetico!)

Rimmel London Apocalips nr 400 - Big Bang

Per chi non conoscesse la gamma Apocalips posso dire che si tratta di rossetti liquidi, una via di mezzo tra un rossetto classico e un gloss: la pigmentazione è molto buona, la coprenza è alta e la texture è ricca e cremosa; in più non appiccica e lascia una buona sensazione di idratazione sulle labbra.
Una delle cose che più amo è l’estrema lucentezza che si ha appena applicato, un vero e proprio effetto vinile.
L’applicatore è simile a quello dei gloss ed ha un piccolo serbatoio che dovrebbe rilasciare la giusta quantità di prodotto: secondo me ne rilascia comunque troppo, è imprescindibile scaricarlo un po’ prima di usarlo.

All’inizio vi ho descritto questo prodotto come “controverso”: la maggior pecca rilevata da chi non ama Apocalips è la tendenza di questo rossetto a infilarsi nelle pieghette e, in generale, a spostarsi dalle labbra.
E’ indubbio che questa tendenza c’è.
Personalmente però non la giudico una cosa così grave, è semplicemente una conseguenza dell’alta cremosità della texture. Io la tengo sotto controllo usando una matita trasparente sul contorno labbra e, come dicevo prima, scaricando l’applicatore prima di passarlo.
Eventualmente si può passare una velina sulle labbra per togliere l’eccesso di prodotto, in questo caso però il rossetto andrà a perdere il suo finish vinilico, restando comunque molto intenso ma meno lucido.

La stesura risulta omogenea con un colore pieno e coprente fin da subito, tuttavia non è sempre facile, soprattutto le prime volte… insomma, bisogna farci un po’ la mano prima di ottenere un’applicazione precisa.
Non è un rossetto no-transfer, quindi se mangerete, berrete o bacerete non si potrà dire che non abbiate lasciato il segno 😉
Su di me resta brillante per un paio d’ore poi inizia ad opacizzarsi un po’; resiste discretamente bene a thè e cupcakes (^___^) e l’alta pigmentazione fa sì che le labbra siano comunque colorate, ma dopo un pasto completo va riapplicato; c’è di buono che va via in maniera piuttosto omogenea, quindi niente chiazze di rossetto sulle labbra.

 
Swatch rossetto Rimmel London Apocalips nr 400 - Big Bang


La confezione contiene 5,5 ml di prodotto con un PAO di 24 mesi; il prezzo consigliato è di € 10,60 ma è possibile trovarlo anche a cifre inferiori.


E se qualche amica milanese ha visto in giro Eclipse (non Nude Eclipse) mi faccia sapere dove! Tra l’altro ho pure guardato su Asos che ha tutte le colorazioni tranne una… indovinate quale?A questo link potete vedere lo swatch di Apocalips nr. 301 Galaxy.

Share

You May Also Like

12 comments on “Rimmel London Apocalips nr 400 Big Bang

  1. gennaio 10, 2014 at 7:42 am

    Il colore è proprio WOOOOOOW *_*

  2. gennaio 10, 2014 at 11:06 am

    Io ho Nova! Il colore è stupendo e super pigmentato, ma odio il fatto che viaggi per le labbra. 🙁

    • gennaio 12, 2014 at 11:53 pm

      Hai provato ad arginarlo con una matita? o a metterne di meno?

  3. gennaio 10, 2014 at 1:26 pm

    Ho recensito questa colorazione qualche mese fa. Ho solo questo e mi ci sono trovata anche malino perché nonostante una matita trasparente (io ho quella di MUFE), va comunque nelle pieghette rendendo il bordo parecchio impreciso. Per questo l'ho bocciato con molta crudeltà! 🙂

    • gennaio 12, 2014 at 11:54 pm

      Come matita trasparente uso quella di wjcon 🙂
      comunque l'avevo detto che era un prodotto un po' controverso, il tuo commento ne è la dimstrazione :-d

  4. gennaio 11, 2014 at 2:19 pm

    io ne ho uno e lo trovo bellissimo. hanno dei colori stupendi e poi resistono un sacco 🙂

  5. gennaio 11, 2014 at 4:10 pm

    Io lo trovo stupendo, come del resto tutte le altre colorazioni. Devo ancora riuscire a trovare uno stand con tutte le colorazioni!

    • gennaio 12, 2014 at 11:57 pm

      A chi lo dici!!! anche ieri sono andata alla ricerca di Eclipse ma niente da fare, non si trova!! ;(

  6. gennaio 12, 2014 at 10:54 am

    Inizio a pensare di volerli. Ma dopo lo scotto di questa estate con un prodotto simile ( ma di kiko) continuo ad essere dubbiosa ç.ç

    • gennaio 12, 2014 at 11:58 pm

      io ultimamente ho il dente avvelenato con Kiko.. tu a quale prodotto ti riferisci?

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *