1-gin-tonic

Un Gin Tonic che… sgrassa!

Che ne dite di iniziare la giornata con un buon Gin Tonic?
No, non mi sono data all’alcol (non a quest’ora, almeno!) e per la cronaca preferisco il Gin Lemon, anche se il mio cocktail del cuore è senza dubbio il Bloody Mary!
Ecco, sto divagando, in effetti non sono qui per parlarvi delle mie abitudini alcoliche ma di uno shampoo di Lush, che si chiama appunto Gin Tonic.
Chi non conosce Lush e le sue profumatissime botteghe?

I prodotti, tutti cruelty free, sono fatti a mano con ingredienti esclusivamente vegetariani: i packaging sono assenti tranne che per i liquidi e sono comunque riciclabili; viene privilegiata la freschezza delle materie prime che comprendono frutta e verdura e viene limitato l’uso di conservanti laddove è possibile.

Gin Tonic è uno shampoo solido riequilibrante per capelli grassi: si tratta di un “confettone” rotondo di circa 6 cm di diametro e dal peso di 55 grammi.
Tanti sono i vantaggi di uno shampoo solido, primi fra tutti le dimensioni e il peso contenuto che lo rendono molto comodo per chi ama viaggiare leggero o volare con il solo bagaglio a mano ma non vuole rinunciare allo shampoo preferito.
In più, già che oggi siamo in tema di bellezza sostenibile, viene venduto “nudo” cioè senza packaging (la scatoletta che vedete in foto era già mia, veniva data in omaggio tempo fa con l’acquisto di un paio di shampoo) e un solo confettone dura davvero a lungo, indicativamente ben 80 lavaggi.

Dicono di lui:

Gin Tonic vi aiuterà a ritrovare una testa equilibrata: è fatto con bacche di ginepro e rosmarino per tonificare lo scalpo e rallentare la produzione di sebo, limone per lavare bene i capelli grassi, lime per purificare e lavanda per un’aria provenzale molto rilassante e un profumo delizioso. Una vera dieta equilibrata per i capelli che tendono a essere grassi.

Gin Tonic pulisce i capelli e li sgrassa a fondo, talmente a fondo che la sensazione di pulizia è davvero netta e passando le dita tra i capelli sembra quasi che questi ultimi facciano attrito: per questo motivo credo sia necessario abbinarlo ad un balsamo, almeno se come me avete i capelli molto lunghi e molto fini, altrimenti il rischio è di fare una certa fatica a districarli e pettinarli.
Pur essendo uno shampoo per capelli grassi, preferisco usarlo una o al massimo due volte a settimana su una media di 3 lavaggi settimanali per non rischiare di stressare troppo la mia chioma e, invece di rallentare la produzione di sebo, ottenere l’effetto contrario.

Va da sè che se avete i capelli secchi vi conviene orientarvi su un altro shampoo, ma sul sito Lush c’è solo l’imbarazzo della scelta! In particolare, se per i vostri capelli cercate nutrimento, io vi consiglio Godiva che è shampoo e balsamo insieme e ha un meraviglioso profumo al gelsomino.

Modo d’uso: è molto semplice, basta passare una volta il confettone sui capelli bagnati, esattamente come fareste con una saponetta, per generare subito una bella schiuma profumata molto gradevole; in seguito è sufficiente massaggiare e poi sciacquare.
Naturalmente con l’uso si rimpicciolirà e quando diventerà troppo sottile si spezzerà: in questo caso, invece di passarlo direttamente sui capelli bagnati e ritrovarvi con pezzettini impigliati per ogni dove, conviene strofinare prima i pezzettini tra le mani e poi passare la schiuma sulla testa.
Prima di riporlo nella sua scatolina io lo faccio asciugare, l’importante comunque è non lasciarlo in doccia alla mercé dell’acqua se non volete che pian piano si sciolga.

Il prezzo è € 8,25 al pezzo, che può sembrar tanto, ma se pensate al numero di lavaggi che potete fare con un solo confettone, vedrete che il rapporto qualità prezzo è davvero vantaggioso.
Se non avete una bottega Lush nella vostra città, dal sito è possibile ordinare online e ricevere il proprio paccottino in circa un paio di giorni; in più, solo ed esclusivamente per chi abita a Milano, è disponibile il servizio di Bici Express: sì, avete capito bene, potete ordinare per telefono e i vostri prodotti vi verranno consegnati in giornata da aitanti giovanotti – ehm – da rapidissimi bikers che effettueranno, tra l’altro a prezzo ridotto, una consegna più rapida e più ecologica, che non crea traffico nè inquinamento.
Dicevamo, a proposito di bellezza sostenibile? 🙂

Per chi fosse curiosa, riporto di seguito l’INCI:
Sodium Lauryl Sulfate (Sodium Lauryl Sulfate)
Decotto di lavanda (Lavandula angustifolia)
Decotto di rosmarino (Rosmarinus officinalis)
Olio essenziale di ginepro (Juniperus communis)
Olio essenziale di limone (Citrus limonum)
Olio essenziale di lime (Citrus aurantifolia)
*Citral (*Citral)
*Limonene (*Limonene)
Profumo (Perfume)
Colour 60725 (Colour 60725)

Share

4 comments on “Un Gin Tonic che… sgrassa!

  1. marzo 3, 2014 at 12:10 pm

    Ogni tanto lo uso anche io quando ho usato molta lacca o shampoo secco e voglio eliminare tutto dal cuoio capelluto. Non è adatto ai miei capelli eppure è super delicato e ha un profumo che adoro.

  2. marzo 4, 2014 at 10:25 am

    Io uso.. oddio come si chiama.. va beh quello verde XD lo adoro! lo alterno ad altri shampoo però. Molto comodo da portarsi via viaggiando col solo bagaglio a mano in aereo 🙂
    La malefica commessa di Lush mi ha fatto prendere però la scatolina quadrata invece che tonda perchè a suo dire si sarebbe incastrato.. va beh

  3. marzo 4, 2014 at 11:03 am

    Wow mi attira molto questo prodotto, io adoro la Lush!

  4. marzo 5, 2014 at 11:02 am

    Dovrei ripescarlo anche io dalla mensolina in cui giace… ogni tanto potrei usarlo! Quello che mi ha scoraggiato è che effettivamente è troppo forte per essere l'unico shampoo in uso: troppo aggressivo, poveri capelli miei! Ma una volta alla settimana, ci potrebbe pure stare! Grazie per avermene ricordato l'esistenza!

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *