Aspria-insegna1

Institut Esthederm: una nuova concezione di protezione solare

Siamo ufficialmente in estate e, se non l’avete già fatto, è ora di pensare a come preparare la pelle al sole.

Io sto ultimando la pianificazione delle mie ferie, per scaramanzia non vi dico ancora nulla ma quello che vi posso anticipare è che, pur non essendo una vacanza “spiaggiata”, il sole e il mare saranno grandi protagonisti!
Settimana scorsa è giunto proprio a fagiolo un gradito invito: quello di Institut Esthederm che mi offriva di provare un trattamento di preparazione al sole… potevo forse rifiutare?
Istitut Esthederm è un brand che si posiziona in un segmento decisamente di lusso, non a caso è possibile trovarlo presso la Spa dell’esclusivo Aspria Harbour Club di Milano, dove sono stata invitata per il trattamento: si tratta di un vero tempio per gli sportivi, con sale fitness attrezzatissime, 20 – e dico 20 – campi da tennis, due piscine di cui una olimpionica e una favolosa Spa.
Il tutto immerso nel verde, alle porte di Milano… oltre che a pochi minuti da casa! Lo conoscevo di nome ma non c’ero mai stata: gli ambienti spaziosi e curati, il personale attento e preparato, le attrezzature moderne, i servizi offerti ne fanno un club di alto livello, e si vede.

Non conoscevo il brand di cui sono stata ospite, Institut Esthederm, ma ho avuto modo di farmi accuratamente spiegare tutta la filosofia che sta alla base del marchio che, tra l’altro, ha una storia molto particolare: il suo fondatore, Jean Thorel, da bambino soffriva l’esposizione al sole, che gli provocava allergie e scottature, ma i suoi genitori, invece di “iper proteggerlo” decisero di esporlo al sole in piccole dosi, in maniera graduale e progressiva, abituando la sua pelle piano piano; in pratica, il concetto base era simile a quello dei vaccini, per intenderci.

Da qui nasce l’approccio alternativo di Institut Esthederm: il sole è sinonimo di vita e di conseguenza il solare non deve essere un anti sole ma un vero e proprio trattamento che aiuti la pelle ad adattarsi all’esposizione, ovviamente in tutta sicurezza. Un’azione quindi non “contro” il sole, ma “con” il sole.
La linea solare Photo Cellular Care ha formulazioni che sono pensate per stimolare i meccanismi di adattamento della pelle al sole, vale a dire stimolare la produzione di melanina e quindi l’abbronzatura che altro non è che il sistema di difesa naturale della pelle.
Naturalmente sappiamo che ognuna di noi ha una pelle diversa, con un grado diverso di tolleranza e reazione al sole: i trattamenti Istitut Estherm, grazie ad un’expertise ultratrentennale in biologia cutanea, permettono di rieducare la pelle sensibile e quindi normalizzarne le reazioni al sole, accompagnandola verso la tolleranza a dosi progressive di esposizioni solari.

In pratica, i solari di Institut Esthederm proteggono la nostra pelle non solo all’esterno, ma a partire dall’interno, dalle nostre cellule.
Questo grazie a due brevetti esclusivi, la UV inCellium technology e Adaptasun: la prima è una tecnologia che stimola i processi di protezione e riparazione, potenziando l’azione anti radicali liberi, i meccanismi anti infiammatori e i protettori del DNA, difendendo la pelle dall’interno a quindi consentendo di ridurre la dose di filtri fisici e chimici; Adaptasun invece è una tecnologia che permette di intensificare la sintesi della melanina, accelerandola, per un’abbronzatura più veloce ed omogenea.
In più, tutti i prodotti della linea Photo Cellular Care contengono Eau Cellulaire, un fluido che riproduce quello presente tra le cellule, ottimizzando l’ambiente energetico cellulare e, in ultima analisi, favorendone l’attività, rendendo quindi la pelle più recettiva ai trattamenti.

Noterete che i prodotti della gamma Photo Cellular Care non riportano la classica indicazione dell’SPF, ma dei soli, da uno a tre: questo perchè l’indicatore SPF misura il rischio di colpo di sole, ma non considera nè il rischio di invecchiamento nè quello di fotosensibilizzazione; gli indicatori Institut Esthederm invece sono concepiti per apportare la protezione più completa di quanto possa indicare il solo indice SPF.
Un sole equivale a “Sole delicato“, con indice UV tra 1 e 4, indicato per la primavera ed esposizioni di breve durata; due soli equivalgono a “Sole da normale a forte” con indice UV  medio alto tra 5 e 8, indicato per l’estate e per tempi di esposizione ragionevoli; tre soli sono il massimo e rappresentano il “Sole estremo” con indice UV molto alto tra 9 e 11, indicato per i Tropici, l’alta montagna e una esposizione prolungata.

Il trattamento che ho provato era di preparazione al sole: sono stata fatta accomodare in una cabina decisamente lussuosa e così sono iniziati 45 minuti di magnifico relax!

 

Come prima cosa, alla base di qualunque trattamento di questo tipo, c’è l’esfoliazione del corpo: nel mio caso è stato usato Osmoclean, un trattamento esfoliante delicato che si può applicare sia sotto la doccia che a pelle asciutta, per un effetto più intenso.

Dopo essermi sciacquata – in un box doccia che vorrei avere a casa! – il trattamento è proseguito con l’applicazione dello spray UV inCellium Bronzant: si tratta di uno spray da usare su viso e corpo ed è preparatorio all’esposizione solare.
Bisogna iniziare ad usarlo prima del periodo in cui ci si esporrà al sole (io sto iniziando proprio in questi giorni, un mesetto prima della partenza) e serve a rafforzare la protezione naturale della pelle.
Non ha nessun genere di filtro solare, quindi se lo si usa quando ci si espone va associato ad un prodotto con filtro.

La novità di quest’anno della linea Photo Cellular Care è L’Huile Solaire, un olio secco in spray per corpo e capelli, disponibile sia in intensità due soli che tre soli.
E’ un olio non grasso, che non contiene nè siliconi nè alcol, gradevolissimo nell’applicazione (soprattutto se poi c’è una bravissima terapista che ti massaggia!!)  e con un profumo gradevole e delicato.
Si può usare anche sui capelli, ha un effetto non solo protettivo ma anche nutriente ed idratante; in un unico gesto, combina protezione, abbronzatura, preservazione della giovinezza e piacevolezza sensoriale.

Io non sono una grande estimatrice degli oli, lo confesso, perchè temo sempre in un modo o nell’altro di sentirmi unta ed è una cosa che davvero mi infastidisce: questo di Institut Esthederm invece è davvero gradevole, non appesantisce la pelle che, anzi, resta bella morbida: si è guadagnato per direttissima un posto in valigia!

Sul viso, dopo un’adeguata detersione ed esfoliazione, il trattamento abbronzante anti rughe Bronz Repair Crème visage che, oltre ad avere tutte le proprietà protettive dei prodotti precedenti, grazie al brevetto Repair aiuta a ridurre le rughe già esistenti.

 

Questi trattamenti finiscono sempre troppo in fretta, il tempo vola! Prima di andare via però mi sono fermata a godermi un po’ la piscina, d’altronde era una splendida giornata di sole e non potevo proprio dire di no!
Non mi resta che ringraziare Institut Esthederm per la gradevolissima esperienza e, naturalmente, Aspria Harbour Club Milano per l’ospitalità!

 

 

Share

One comment

  1. giugno 30, 2015 at 12:38 pm

    Bellissimo questo posto e interessanti i trattamenti, anche se mi sa che sono piuttosto costosi!!

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *