Acne addio! Cos’è e come si usa Dermaroller

E se oggi vi parlassi di un piccolo rullo di plastica dotato di una moltitudine di aghi piccolissimi da passare sul viso? No, non si tratta di una qualche forma di tortura medievale, bensì di un nuovo strumento per la skincare di cui si sente parlare sempre più frequentemente. Nel post di oggi vi racconterò cos’è e come si usa Dermaroller per ottenere il massimo dei risultati.

Cos’è il dermaroller?

Il dermaroller viso è lo strumento utilizzato per realizzare una tecnica di cura della pelle chiamata Micro Needling (o dermarolling) che consiste in migliaia di microperforazioni sulla pelle che contribuiscono alla stimolazione naturale del collagene e di elastina al fine di guarire l’area “ferita” dal dermaroller. Ovviamente si tratta di microlesioni sulla pelle che non costituiscono assolutamente fonte di dolore ma che al contrario stimolano la rigenerazione cellulare. Infatti, la conseguenza principale del dermaroller è la produzione extra di collagene che va a riempire le linee sottili, le rughe e l’acne presenti sul volto.

Inoltre un beneficio altrettanto importante di questo strumento è la proprietà di migliorare la capacità di assorbimento della pelle di qualsiasi crema idratante o prodotto pensato per l’epidermide, rendendone l’efficacia ancora maggiore.

Com’è fatto il dermaroller

cos'è dermaroller

Come vi accennavo all’inizio, si tratta semplicemente di un rullo di plastica con centinaia di micro aghi che possono essere di varie dimensioni, come ad esempio 0,25 mm, 0,75 fino ad un massimo di 2 mm.  Va da sé che maggiore sarà la lunghezza dell’ago, maggiore sarà la sua capacità di penetrazione sulla pelle ma anche il potenziale “dolore” sarà proporzionato alla lunghezza dell’ago del dermaroller. Quindi quanto più grandi saranno questi microaghi, maggior attenzione e cura sarà necessaria durante la procedura del dermarolling. Ad esempio, con un dermaroller 0,25 mm il vantaggio che si ottiene è principalmente quello di migliorare la capacità di assorbimento di un prodotto topico perché il livello di microlesioni create non saranno tali da stimolare la produzione di collagene.

Come si usa Dermaroller: consigli per il trattamento

Come detto, nonostante la natura solo apparentemente invasiva degli aghi, si tratta in realtà un processo molto sicuro e costruttivo che aiuta anzichè danneggiare la pelle. Tuttavia, è normale che la pelle diventi più sensibile dopo il trattamento con questo dispositivo perché quello che si nota immediatamente dopo la procedura è che il rossore tenderà a diffondersi in maniera uniforme su tutte le aree trattate.

La sensazione percepita è quella di una leggera scottatura da esposizione solare che potrebbe essere responsabile di una sensazione di formicolio che pervaderà l’area trattata. Entrambe queste reazioni sono però controllate e sicure e suggeriscono al contrario che il processo di ringiovanimento della pelle sta funzionando.

Nonostante ciò, ci sono una  serie di suggerimenti che possono rendere l’utilizzo del dermaroller meno fastidioso e nello stesso tempo più efficace.

Innanzitutto, prima del trattamento è importante che la pelle sia perfettamente pulita. Va quindi lavata con un sapone neutro per liberarla dalle impurità e asciugata delicatamente tamponando direttamente sull’area.

Dopo il trattamento è invece consigliato utilizzare una buona crema idratante per bloccare l’umidità nella pelle e ripristinare in questo modo l’equilibrio.

Ci sono anche dei comportamenti da evitare nei giorni subito successivi all’uso di dermaroller, in primis l’esposizione diretta solare; se proprio non è evitabile, ricordatevi di applicare una protezione UVA/UVB adeguata; allo stesso modo sarebbe preferibile non truccarsi, in modo da non rischiare di irritare la pelle già sensibilizzata dal trattamento.

Conoscevate già come si usa dermaroller e i suoi effetti? Avete esperienze dirette da condividere?

Share

You May Also Like

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.