IMG_5221

I miei trucchi: Colour Sphere by Kiko

Come ho anticipato sulla mia pagina Facebook (cliccate sul “mi piace” qui di fianco se vi fa piacere.. a me lo fa sicuramente 😛 ), oggi vi parlo di un ombretto della linea Colour Sphere di Kiko, per la precisione del nr. 41 “Viola nero mélange”. 

Come potete vedere, si tratta di un bel viola scuro con dei microglitterini blu e violetti.

Non c’è che dire, il colore colpisce perchè si presenta molto bene: sbrilluccicante, intenso, morbido al tatto, quasi setoso, con delle venature rosate illuminanti che tendono al lilla.

Provandolo sulle dita, potete notare bene i glitterini che riflettono la luce.

Stasera, parlandone su facebook con altre bloggers, mi è venuta in mente una vecchissima canzone di Ambra, quando cantava: “M’appartieni e se ci tieni, tu prometti e poi mantieni”.. beh, questo ombretto di promesse ne fa tante, ma al contrario della canzone, le mantiene solo a metà.

Dico così perchè, provato da asciutto, ha veramente poca scrivenza e si mantiene molto, troppo leggero a mio avviso:

Per ottenere un risultato un po’ più visibile, ho dovuto insistere con tre-quattro passate, senza comunque avere un netto miglioramento.

Il discorso cambia se lo usate bagnato, allora sì che questo ombretto mantiene la promessa:

Volevo specificare che i riflessi maggiori di questo ombretto sono violetti e non blu: ho fatto davvero un quintale di fotografie, ma non sono riuscita a catturare il riflesso corretto, nonostante abbia provato con luci diverse, in casa, fuori casa, con luce artificiale.. ma non c’è stato nulla da fare, vengono tutti blu.

Appurato che, secondo me, va usato bagnato per farlo rendere, devo segnalare che la tenuta non è granchè: vi dico solo che dopo aver fatto le foto mi sono sciacquata le mani con la sola acqua ed è venuto via tutto, quindi il consiglio è di usarlo senza dubbio con sotto un buon primer, altrimenti rischiate di trovarvelo sbiadito o nelle pieghe della palpebra.

Il prezzo è onesto, dal momento che costa 5,90€.. bisogna però applicarlo seguendo le accortezze descritte sopra, altrimenti otterrete un effetto più polveroso che setoso sui vostri occhi.. per darvi un’idea, è l’ombretto che ho usato, asciutto, per testare il fucsia di Pupa, vi lascio un paio di fotine e vi saluto!

  • 0

    Overall Score

  • Reader Rating: 0 Votes

Share

You May Also Like

6 comments on “I miei trucchi: Colour Sphere by Kiko

  1. giugno 14, 2011 at 9:19 am

    Ho lo stesso colore ed ho riscontrato le stesse caratteristiche che hai elencato tu. Sono rimasta davvero molto male, tanto che non ho acquistato altri colorsphere dopo questo.

  2. giugno 14, 2011 at 9:53 am

    Peccato per la resa, perchè il colore sembra davvero stupendo!

  3. giugno 14, 2011 at 10:29 am

    io lo uso solo bagnato praticamente! ma dato che mi fa fatica bagnare gli ombretti.. lo uso poco
    ; ;

  4. giugno 15, 2011 at 9:20 am

    la pecca degli ombretti cotti è proprio questa… bagnarli stufa, ma danno il risultato migliore…

  5. giugno 15, 2011 at 9:38 am

    d'accordissimo! io ne ho diversi di CS, compreso questo, mi piacciono tantissimo le colorazioni ma per farli durare devo usare basi potenti xD altrimenti parte lo svulazzamento…fra l'altro sarò un caso umano, ma bagnare gli ombretti con acqua secondo me peggiora la situazione O_o

  6. giugno 15, 2011 at 10:38 am

    da bagnato in effetti è tutta un'altra storia!

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *