Abbiamo davvero delle unghie sane? Sono proprio loro a darci una risposta

Come sappiamo la cura di mani e unghie è di primaria importanza per chiunque, ma specialmente per noi donne: quando sono curate ci sentiamo a nostro agio nella vita quotidiana e soprattutto nel rapporto con gli altri. Per mantenerle belle però è necessario che siano anche sane e per verificare il loro stato di salute basta osservarle con attenzione. È piuttosto facile capire quando è la pelle ad esser soggetta o meno a delle infezioni, poiché queste sono piuttosto visibili; lo stesso però non può dirsi delle unghie: quello che in un primo momento potrebbe rivelarsi un semplice sfaldamento della lamina in realtà potrebbe nascondere dei disturbi più seri. Ecco perché oggi ho deciso di preparare un articolo diverso dal solito, non tanto incentrato sull’aspetto estetico delle unghie quanto sul loro benessere. Sarà un post di sicura utilità a tutte noi.

Unghie sfaldate? Cercate di capire cosa si nasconde dietro questo segnale

Per capire se abbiamo delle unghie sane la prima cosa da fare è osservarle da vicino e per far questo, ahimè, è necessario rinunciare di tanto in tanto alla nostra amata manicure! Sì lo so, non tutte sarete d’accordo con questo consiglio, ma di tanto in tanto è davvero importante seguirlo, in fondo c’è un motivo per cui lo consigliano anche i dottori! Ora veniamo a noi e parliamo della distrofia ungueale, ovvero dello sfaldamento delle lamine delle unghie. La prima precisazione da fare è che, se notiamo delle alterazioni nella superficie delle unghie, non è detto che abbiamo un fungo o una micosi (come molte di noi erroneamente pensano). Considerate che le malattie delle unghie sono davvero tante! Il metodo migliore per trovare una risposta ai nostri dubbi è consultare uno specialista, un dermatologo per l’appunto, che saprà dirvi con certezza se si tratta di una o dell’altra patologia. Intanto però anticipiamone qualcuna.

unghie sane donna

Le malattie più comuni delle unghie

La prima precisazione da fare è che sono diverse le cause che portano alle malattie delle unghie, tuttavia possono essere racchiuse nelle seguenti macro aree: cause genetiche, cause infiammatorie, cause allergiche e farmacologiche. Tutte queste cause possono portare sia a una deformazione della forma delle unghie sia a una distrofia, ossia a un’alterazione della struttura dell’unghia.

Secondo le ricerche del settore la causa più comune della distrofia ungueale è un’infezione micotica, che rappresenta quasi il 50% dei casi. Se capite di rientrare in questa categoria siete fortunate poiché spesso basta utilizzare un prodotto antimicotico, le farmacie ne vendono diversi non sarà un problema trovarlo. Se siete interessate a questo tema e volete approfondirlo e capire come agire è possibile leggere questa pagina di Trosyd dedicata alla cura della distrofia ungueale. Qui troverete informazioni più dettagliate e una gamma di prodotti consigliati. Eppure, come anticipato poco sopra, la distrofia non è dovuta solo a un’infezione micotica. Tra le altre concentriamoci ad esempio su quelle genetiche e parliamo della tristemente nota Psoriasi. Quando questa infiammazione arriva a colpire le nostre unghie porta a un notevole ispessimento della loro superficie e a un’alterazione del loro colore (diventano tendenti al giallino). La psoriasi di solito ha origine nella pelle, nelle giunture come polsi gomiti e ginocchia e nei casi più severi si estende alle mani e alle unghie. Trattandosi di una malattia cronica e recidivante è piuttosto difficile da curare in via definitiva ma un buon dermatologo saprà consigliarvi il giusto trattamento per prevenirne una diffusione eccessiva. Vedrete che, parallelamente alla cura, vi consiglierà di prestare particolare attenzione anche al vostro stile di vita: seguire un’alimentazione corretta, evitare situazioni fortemente stressanti e limitare l’uso di fumo e alcol. La vostra pelle ne trarrà giovamento!

Quindi, ricapitolando: sì alla manicure, ma almeno una volta al mese ricordatevi di togliere lo smalto e date un’occhiata alle vostre unghie: se notate un colore giallino, uno spessore eccessivo e una superficie sfaldata cercate di scoprirne la causa. Mai rimandare!

Share

You May Also Like

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.