Canarie, quale isola scegliere? La mia esperienza

Sono passati più di quattro anni dalla prima volta che misi piede alle Canarie e più che una scelta fu quasi un ripiego: non avevo potuto prenotare le mie classiche vacanze oltreoceano e così, praticamente all’ultimo momento, cercai una meta per non passare l’estate a Milano. Un’amica mi suggerì Lanzarote: c’erano il sole, il mare, il caldo e soprattutto essendo una meta relativamente vicina, il volo non costava uno sproposito pur prenotandolo quasi sotto data.

Da quella volta mi innamorai e, pur preferendo mete più lontane per il mio “viaggione” estivo, continuo a tornare a Lanzarote almeno una volta all’anno: col tempo poi mi sono resa conto che ognuna delle isole Canarie (almeno tra quelle che ho visitato) è un piccolo mondo a sè e di certo vedere un’isola non equivale ad averle viste tutte. Dipende da ciò che si cerca e ci si aspetta: per questo, spero che il post di oggi possa essere d’aiuto a coloro che vogliono andare alle Canarie ma sono indecisi su quale isola scegliere.

Isole Canarie, informazioni generali

Dove

Siamo nell’Oceano Atlantico, all’altezza della zona sud del Marocco, ma ci troviamo in Spagna (per la precisione, si tratta di una comunità autonoma spagnola): di conseguenza si può partire semplicemente con la carta d’identità, non è necessario avere un passaporto e chiaramente la valuta è l’euro.

Le Canarie comprendono 7 isole principali oltre ad alcune isolette: le isole maggiori, in ordine di grandezza, sono Tenerife, la più grande, Fuerteventura, Gran Canaria, Lanzarote, La Palma, La Gomera ed El Hierro.

isole canarie mappa

Quando andare alle Canarie

Sempre! A prescindere dall’isola, le Canarie sono un’ottima meta tutto l’anno perchè hanno un clima mite costante: di giorno, nei mesi più freddi difficilmente si hanno temperature sotto i 18°, mentre d’estate c’è una media di 26°, un caldo secco, mai afoso anche grazie ai venti provenienti dall’Africa. Queste naturalmente sono indicazioni di massima, indubbiamente non è sbagliato dire che alle Canarie è sempre primavera, ma bisogna aggiungere che può essere più o meno calda a seconda sia del periodo preciso che dell’isola, infatti ognuna ha il suo microclima… o anche tanti microclimi.

Negli ultimi anni sono stata a Lanzarote, Fuerteventura, Tenerife e Gran Canaria in mesi differenti compresi tra luglio e gennaio: nonostante le varie peculiarità climatiche, di base durante il giorno ho sempre indossato pantaloncini, maglietta e sandali, mentre la sera un jeans lungo e un maglioncino o un giubbino leggero sono sempre stati sufficienti. Sicuramente un fattore che fa la differenza, almeno nella mia esperienza, è il vento: tutte le isole sono piuttosto ventose ma, appena il vento cala, il calore del sole sulla pelle si sente eccome, stare in spiaggia è gradevole e non è difficile abbronzarsi; ho visto tante persone fare il bagno anche a dicembre, ma per i miei gusti l’acqua è abbastanza fredda (fate conto che la temperatura media annuale dell’acqua è di 22-23 gradi).

Canarie quale isola scegliere?

Tutti noi abbiamo aspettative diverse: c’è chi cerca una vacanza attiva, fatta di sport e movimento, chi cerca vita notturna e divertimento, chi preferisce cultura e relax; un aspetto non esclude l’altro ovviamente, ma dal mio punto di vista ogni isola può connotarsi in maniera differente.

Lanzarote

E’ la mia preferita, non lo nego, e la più particolare. E’ brulla, ha un aspetto spesso arido… ed è bellissima. Tanti dicono che Lanzarote si può girare in macchina in un paio d’ore, il che è anche vero dato che l’isola è piccola, ma chi fa così si perde tutta la bellezza e la meraviglia che quest’isola può offrire.

isole canarie Lanzarote - Los Hervideros
Lanzarote – Los Hervideros
isole canarie Lanzarote - El Golfo
Lanzarote – El Golfo

Qualche esempio? Le spiagge bianche del Papagayo e di Playa Blanca, a sud dell’isola;  il parco del Timanfaya, con i suoi 25 crateri, la sua attività geotermica e il suo singolare paesaggio; le opere d’arte di Cesar Manrique, che non vedrete chiuse dietro una teca in vetro che ma che potrete riconoscere intorno a voi perchè letteralmente plasmano l’isola, vera e propria tela delle sue idee artistiche; le scogliere a picco sull’oceano e le spiagge nere rocciose; la costa nord ovest, particolarmente indicata per gli amanti del surf, che paragonano l’isola alle Hawaii; la zona centrale della Geria, con le sue cantine e i vigneti che non ti aspetti, talmente diversi da come siamo soliti vederli… Lanzarote è tutto questo e molto di più.

isole canarie Lanzarote - La Geria
isole canarie Lanzarote – La Geria
isole canarie Lanzarote
isole canarie Lanzarote – tramonto

A chi è adatta? A chi cerca natura (tanta), arte, relax e sport. Un po’ meno per chi cerca la movida e ama passare da una discoteca all’altra.

Tenerife

La zona più famosa (e più calda) di Tenerife è sicuramente il sud, con temperature che anche in pieno dicembre si attestano a non meno di 22 gradi; la zona sud di conseguenza è anche la più turistica, ricca di hotel, ristoranti, locali e divertimenti di vario genere.

Dal punto di vista naturalistico, il nord con le sue scogliere selvagge e le sue possibilità di trekking è senza dubbio la parte migliore, anche se patisce il clima un po’ più fresco e piovoso (uno dei famosi microclimi, ricordate?). Parlando di natura non si può non citare il Teide, il vulcano attivo più alto della Spagna, che si trova proprio nel cuore di Tenerife e separa le due parti dell’isola, quella più secca da quella più umida. Si può salire fino a 3.500 metri con la funivia, godersi la neve e il paesaggio sottostante e poi, nel giro di un’oretta di auto, ritrovarsi in spiaggia in costume da bagno.

Tenerife el Benijo
Tenerife el Benijo
Tenerife Parque Santiago
Tenerife Parque Santiago
Tenerife Playa de Taganana
Tenerife Playa de Taganana
Tenerife - Tramonto
Tenerife – Tramonto
Tenerife Il Teide
Tenerife – vista dal Teide

A chi è adatta? A chi ama la vita notturna e cerca il caldo costante in ogni stagione.

Gran Canaria

L’isola è definita anche “continente in miniatura” perchè al suo interno si trovano tanti ambienti e – ancora – tanti microclimi diversi: mare, montagna, zone boscose e zone desertiche… a Gran Canaria si trova un po’ di tutto. E’ anche l’isola con il maggior tasso di industrializzazione, cosa che personalmente non apprezzo molto; anche qui c’è una zona sud molto turistica, con un’urbanizzazione che spesso risulta deturpante per il paesaggio.

Come forse avrete intuito, non ho amato molto Gran Canaria, e proprio per questo ci tornerò ancora, per dare una “seconda possibilità” a quest’isola che, innegabilmente, offre anche tanta bellezza: le zone montuose sono secondo me la parte più affascinante dell’isola, oltre alle famose dune di Maspalomas, altissime dune direttamente sul mare nate grazie al vento che, nei secoli, portava la sabbia del Sahara.

Gran Canaria
Gran Canaria – interno dell’isola
Gran Canaria - Puerto de Mogan
Gran Canaria – Puerto de Mogan
Gran Canaria - Playa Amadores
Gran Canaria – Playa Amadores
Gran Canaria - Dune di Maspalomas
Gran Canaria – Dune di Maspalomas
Gran Canaria - Tramonto
Gran Canaria – Tramonto

A chi è adatta? A chi preferisce la montagna al mare e ama contesti più urbani.

Fuerteventura

Fuerteventura e Lanzarote sono decisamente le due isole più ventose di tutto l’arcipelago, le più adatte e famose per fare surf.

E’ la seconda isola per estensione dopo Tenerife, ma tra le 4 isole maggiori è senza dubbio la più selvaggia e quella meno contaminata dal turismo sfrenato. Le zone più sviluppate dal punto di vista turistico sono a nord, a Corralejo, e a sud, a Morro Jable, ma per fortuna si tratta ancora di uno sviluppo controllato e non si trovano certi disastri architettonici che ho visto ad esempio a Gran Canaria e, in minor misura, a Tenerife sud.

Il punto di forza di Fuerteventura? Il mare, senza dubbio. Acque trasparenti e cristalline, colori caraibici (le temperature dell’acqua mica tanto però), il mare di Fuerteventura secondo me è il più bello di tutte le Canarie. E poi anche qui ci sono le bellissime dune di sabbia bianca di Corralejo, meno imponenti rispetto a quelle di Maspalomas, ma che meritano sicuramente.

Isole Canarie - Fuerteventura
Isole Canarie – Fuerteventura
Isole Canarie - Fuerteventura
Isole Canarie – Fuerteventura
Isole Canarie - Fuerteventura
Fuerteventura Dune di Corralejo
Isole Canarie - Fuerteventura
Fuerteventura – Dune di Corralejo
Isole Canarie - Fuerteventura
Fuerteventura – Betancuria (l’antica capitale)

A chi è adatta? A chi ama il turismo attivo, ama gli sport acquatici come surf, kite surf, windsurf e affini, andare sugli sterrati in mountain bike e, in generale, tutti gli sport da fare all’aria aperta.

Le altre tre isole, La Palma, La Gomera e El Hierro, sono decisamente più piccole, poco abitate e poco turistiche: vale indubbiamente la pena vederle, anche perchè sono state dichiarate Patrimonio Mondiale dell’Unesco, ma le possibilità di soggiorno sono piuttosto scarse.

Come arrivare alle Canarie

Il modo più veloce e comodo è l’aereo, ogni isola ha il suo aeroporto e, dall’Italia, bisogna contare circa 4 ore di volo.

Ci sono diverse compagnie che volano verso le Canarie, sia di linea che low cost: la prima volta presi un volo Iberia, ma in questo caso bisogna mettere in conto uno o due scali per ogni tratta e soprattutto chi ama viaggiare leggero senza bagaglio da stiva non può scorporarne il prezzo dal costo del biglietto.

Per volare su Fuerteventura e su Tenerife una buona soluzione sono i voli settimanali di Airitaly, (ex Meridiana), che generalmente prevedono un unico scalo o all’andata o al ritorno e hanno un operativo voli con buoni orari, che non vi costringeranno a fare levatacce. Per chi viaggia solo con il bagaglio a mano sono disponibili anche tariffe light.

Per volare su Lanzarote e Gran Canaria si può optare anche per Ryan Air e EasyJet, se non è un problema adattarsi a partenze con orari anche molto infelici e se si necessita di un soggiorno breve.

Naturalmente ci sarebbe molto altro da dire, quella di oggi è una sorta di infarinatura generale che spero possa essere comunque utile per farsi un’idea su queste isole, probabilmente potrei scrivere una guida sulle Canarie (o almeno su Lanzarote) e chissà, non è detto che non decida di farlo 😉

 

Share

You May Also Like

4 comments on “Canarie, quale isola scegliere? La mia esperienza

  1. Ho visto solo Tenerife, ma a breve penso che esplorerò anche le altre (pensavo a Gran Canaria in realtà perchè c’è andata a vivere una conoscente…). Anche per Tenerife ci sono voli diretti con Ryanair e gli orari non sono male!

    • Io su Tenerife con Ryanair ho sempre visto voli scomodissimi, tipo con rientri alle 7 del mattino :/

  2. Mi hai fatto venire voglia di partire T___T
    Credo che mi piacerebbe visitare Lanzarote prima di tutte. Las Palmas mi incuriosisce più che altro per la possibilità di vedere di tutto un po’.
    Buona domenica!

    • Io ovviamente non posso che consigliarti Lanzarote 😀
      Se decidi di partire e hai bisogno di qualche dritta, chiedi!

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.