Vacanza in camper per principianti

Vacanza in camper per principianti: qualche consiglio!

– Dobbiamo andare e non fermarci mai finché non arriviamo.

– Per andare dove, amico?

– Non lo so, ma dobbiamo andare…

(Jack Kerouac, On the road)

La chiamano Wanderlust. Sapete cos’è? Wanderlust è quel desiderio che ti spinge a partire, a vedere posti nuovi, a scoprire ed esplorare anche se sei appena tornato a casa da un viaggio; Wanderlust è sognare ad occhi aperti nuove mete, è quando stai per atterrare e ti si riempie il cuore di gioia, è quando ti senti cittadino del mondo, è quando cammini col naso all’insù e ti perdi nel cielo, è quel bellissimo senso di libertà che ti fa sentire a casa, ovunque tu sia. E io credo di avercela un po’, questa “sindrome di Wanderlust”, perchè ho ancora in giro la valigia sfatta dell‘ultimo viaggio e sto già pensando al prossimo! Ci sono talmente tante cose da vedere, tanti luoghi da scoprire e vi confesso che non mi dispiacerebbe andare più lontano del solito la prossima estate: sì, ho iniziato a valutare la Nuova Zelanda. Leggendo un po’ di diari di viaggio sul web, mi ha colpito il fatto che la stragrande maggioranza delle persone consiglino l’uso del camper per questo genere di viaggio.

consigli sulla vacanza in camper per principianti

Il camper. Questo sconosciuto! Mi ha sempre incuriosito l’idea di spostarmi con una “casa mobile” e così in queste settimane ho colto l’occasione per approfondire un po’ la questione ed “esplorare” questo tipo di viaggio, fino a giungere a creare i miei…

Piccoli consigli sulla vacanza in camper per principianti!
  • Ovviamente la prima cosa da fare è trovare la materia principale, vale a dire il camper: se non sapete da che parte iniziare per progettare una vacanza in camper a noleggio, potete andare su Campanda.it e, tramite una serie dettagliata di filtri, scegliere il camper più adatto alle vostre esigenze ed equipaggiarlo nella maniera che ritenete migliore. La cosa bella di Campanda è che offre la possibilità di noleggiare camper in tutto il mondo (si tratta di un intermediario) e il sito è fruibile in italiano. E se ve lo state chiedendo, sì, noleggia anche camper in Nuova Zelanda! In ogni caso, soprattutto se siete principianti, conviene noleggiare il camper anche solo per un weekend, in modo da poter fare una prova su strada – è proprio il caso di dirlo! – per capire se fa per noi o no.
  • Viaggiare in camper è sinonimo di libertà ma, soprattutto per un viaggio più lungo di un weekend, questo non significa andare allo sbaraglio: il camper necessita di rifornimenti così come di carico e scarico delle acque, è importante quindi individuare dove trovare dei punti sosta autorizzati per compiere queste operazioni oppure, se il viaggio prevede di fermarsi alcune giornate, valutare di prenotare una piazzola attrezzata in un campeggio. La soluzione è equipaggiarsi di un GPS con tutte le mappe (ne esistono di apposite per chi viaggia in camper e che indicano soste, parcheggi e camping) oppure di una delle numerose app disponibili.
  • E’ importante individuare con certezza le zone in cui è possibile fermarsi per dormire o effettuare soste “tecniche” e ricordarsi che nei parcheggi è assolutamente vietato il campeggio, inteso come finestre e porte aperte, tenere gradino abbassato né men che meno è possibile estrarre tavolino e sedie. Attenzione quindi a non infrangere divieti! Dove invece è possibile effettuare la sosta libera anche al di fuori delle aree attrezzate, occhio a scegliere un posto sicuro, non troppo isolato, e cercare di capire “che aria tira” prima di ritrovarsi in situazioni spiacevoli o pericolose.
  • Un altro punto da non sottovalutare tra i consigli sulla vacanza in camper per principianti riguarda lo scegliere bene le persone con cui condividere quest’avventura e viaggiare solo con chi si ha un buon grado di conoscenza/intimità. Perché bisogna tener conto degli spazi che non solo sono ristretti, ma sono anche in condivisione. La privacy è poca, pochissima, quindi essere a proprio agio con i compagni di viaggio è fondamentale! A volte in viaggio possono capitare imprevisti, a volte si mangia o si beve qualcosa di troppo e poi non ci si sente bene… insomma, immaginate alcune situazioni imbarazzanti già di loro, e immaginate di doverle per forza condividere con qualcuno con cui non siete in confidenza!
  • Aver voglia di mettersi in gioco e quel pizzico di spirito d’avventura che non guasta mai. Sì perché se viaggiare in una “casa motorizzata” da un lato può essere comodo, dall’altro implica anche sapersi adattare e rimboccarsi le maniche, perchè una vacanza in camper non è solo girare e fermarsi ad ammirare un bel tramonto, ma è anche controllare i serbatoi, scaricare le acque grigie (come quelle della doccia e del lavabo), scaricare le acque nere provenienti da wc, non sprecare l’energia elettrica.

Naturalmente questi piccoli consigli per una vacanza in camper per principianti sono solo una piccola parte di ciò che bisogna considerare quando si valuta di fare un viaggio di questo genere: ci sono camperiste tra di voi? Vi va di raccontarmi qualcosa delle vostre esperienze?

camper

Share

You May Also Like

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *