Combatti la depressione: #SayILoveYou

Molte di voi probabilmente non lo sanno: questo blog è nato dalla depressione.

O meglio, è nato dai primi mesi di antidepressivi. Credo di dover ringraziare quelle pastiglie se mi è tornata pian piano la voglia di comunicare con il mondo e di riavere dei colori intorno a me.

Spesso la depressione viene sottovalutata da chi ci circonda: per quanto tempo mi sono sentita dire “il tuo disagio” o anche “non sai reggere lo stress“… non era cattiveria, ma pura e semplice non-comprensione. Ci è voluta la diagnosi di uno psichiatra e la prescrizione di antidepressivi per far capire a chi avevo intorno a me che no, non stavo facendo i “capricci“. Perchè la depressione non ti fa venire la febbre, o i lividi, o i pallini come il morbillo, non si “vede” però ti entra dentro, ti cambia, ti spegne. E le cicatrici che ti lascia non sono meno dolorose o meno profonde solo perchè non sono incise sulla pelle.

Sono passati 6 anni e sono qui e sì, anche tenere questo blog mi ha aiutato a stare meglio, però non tutti riescono a uscirne e nei casi più gravi si può arrivare anche al suicidio.

Perchè vi sto dicendo tutto ciò? Perchè vorrei sensibilizzarvi sui problemi legati a depressione e suicidio, perchè troppe volte si dice “Ma sì, sarà un po’ depressa” per definire un naturale momento di tristezza che nulla ha a che fare con la depressione, e con altrettanta facilità si è portati a sminuire la sofferenza di chi invece è depresso veramente, magari con frasi tipo “dormici su che ti passa” o “non ci pensare”, utili solo a far sentire ancora più inadeguata, sola e incompresa la persona depressa.

Può non essere facile entrare in empatia con una persona depressa, lo so bene, ma minimizzare il problema, anche se fatto con le migliori intenzioni o con inconsapevolezza, è l’ultima cosa da fare; quando proprio non si sa cosa dire, un semplice “ti voglio bene, conta su di me” è già di aiuto.

E #sayiloveyou è anche il nome della nuova campagna social di raccolta fondi della Fondazione Dr. Brandt, nata in onore del fondatore del brand, Dr. Fredric Brandt, che ha sofferto di depressione per la maggior parte della sua vita.

Scopo della Fondazione è aiutare, informando, le persone e le famiglie di coloro che soffrono di depressione e disturbi dell’umore: il 14 settembre, durante il mese della sensibilizzazione sulla prevenzione del suicidio, partirà la campagna #sayiloveyou attiva fino al 30 settembre, in cui Dr. Brandt Skincare invita i suoi fans, followers e amici a condividere l’amore a voce alta.

Sono 3 i modi in cui è possibile aderire alla campagna:

  • Postando l’immagine di un cuore su Instagram utilizzando l’hashtag #sayiloveyou e taggando @drbrandt e 3 amici invitandoli a fare lo stesso. Per ogni post, la Fondazione Dr. Brandt donerà 1$ che contribuirà a finanziare il progetto di prevenzione al suicidio (fino ad un massimo di 100.000$).
  • Acquistando il kit skincare in limited-edition al prezzo speciale di 38$ anzichè 75$. Il kit contiene una collezione dei bestsellers di Dr. Brandt Skincare: Pores No More® Pore Refiner Primer, il formato travel Microdermabrasion and Pores No More® Luminizer Primer insieme alla borsa #sayiloveyou, valorizzata da un grande cuore rosso brillante e ad un tattoo temporaneo a forma di cuore per stimolare gli acquirenti a condividere l’amore sui social media. Una percentuale del ricavato sarà devoluta alla Fondazione Dr. Brandt.
  • Andando sul sito www.drbrandtskincare.com e facendo una donazione diretta alla Fondazione Dr. Brandt a sostegno della lotta contro la depressione e il suicidio.

Sono un tipo riservato e non amo scrivere su queste pagine cose troppo personali; le parole che avete letto mi sono sgorgate dritte dal cuore, ma ciò non significa che scrivere questo post sia stato facile per me; è per questo che vi prego di condividerlo, perchè ci sono ancora troppa mancanza di informazione, troppa carenza di empatia e troppi pregiudizi legati alla depressione.

La depressione non è debolezza, è una malattia invisibile che si insinua nella tua vita, cerca di cambiare i tuoi pensieri e i tuoi sentimenti, ma da cui si può guarire, con l’aiuto, la comprensione e il sostegno anche di chi ci sta accanto.

#sayiloveyou… basta anche un semplice post su Instagram.

#sayiloveyou

 

Share

2 comments on “Combatti la depressione: #SayILoveYou

  1. Ecco, io per esempio questa cosa non la sapevo, e sono contenta di come ne sei uscita! <3 Un cuore te lo lascio qui, domani mi invento un post per la campagna, anche se indirettamente so quanto la depressione possa destabilizzare, e troppo spesso portare al suicidio. Un bacione

    • Grazie Sabri <3
      Non è una cosa di cui amo parlare spesso, figuriamoci scriverne… tuttavia questa campagna mi ha colpito.
      Grazie per essere passata e grazie per quello che farai!

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.