Profumeria Artistica: Rancé Alchimie du Matin

Ho sempre pensato che scrivere di profumi fosse difficile, perchè non puoi scrivere di una fragranza che ti ha colpito senza evocare un’emozione, un ricordo… e senza lasciarli trapelare, almeno un po’.  Certo, ci sono tutta una serie di dati per così dire “tecnici”, di note e accordi, di definizioni e piramidi olfattive, ma non pensate che a volte sia un po’ riduttivo e troppo freddo?

La prima cosa che ho pensato quando ho sentito Rancé Alchimie du Matin è che si trattasse di un profumo insolito, assolutamente non scontato e non banale. E già questo mi ha stuzzicato non poco perchè, diciamocelo, quando si tratta di un’essenza primaverile o estiva, il pensiero (quanto meno il mio) corre subito ad aromi agrumati o floreali. Che mi piacciono tantissimo eh, vado matta per gli agrumati, però trovare qualcosa di veramente e profondamente diverso non è proprio facilissimo.

Ma torniamo a noi: stiamo parlando di un brand, Rancé 1795, di assoluta eccellenza nella profumeria artistica, con una storia che affonda le sue radici nella corte francese di Napoleone Bonaparte; Alchimie du Matin, ultimo nato in casa Rancé, è il frutto della collaborazione tra Giovanni Rancé, direttore creativo della Maison, e Luca Maffei, uno dei più giovani e talentuosi Nasi italiani che negli anni ha visto riconosciute le sue capacità e le sue creazioni a livello internazionale. Ho avuto il piacere di incontrarlo alcuni anni fa nel suo Atelier Fragranze Milano e, se siete curiose di sapere qualcosa in più su questa professione e su come nasce un profumo, potrebbe interessarvi il link al post che scrissi tempo fa proprio sull’esperienza con il Naso Luca Maffei.

FLACONE RANCé ALCHIMIE DU MATIN

L’ispirazione di Rancé Alchimie du Matin è quella di un’alba primaverile, quel momento di assoluta freschezza quando i primi raggi del sole si rifrangono sulle gocce di rugiada che ricoprono i petali dei fiori, tra riflessi e trasparenze.

Come un velo impalpabile, i leggeri tocchi agrumati di bergamotto e limone si uniscono all’aroma delle foglie verdi, risvegliano i sensi per poi legarsi in un cuore di gardenia e gelsomino, cullati nell’abbraccio acquatico del mughetto. Nelle note di fondo troviamo ambra, legni trasparenti e muschio, che si accordano per creare una base luminosa che sa di rugiada.

Alchimie du Matin si può definire come una fragranza Acquatica, Verde e Fiorita, incentrata su note d’acqua e di legni. Ma, come vi dicevo all’inizio, a volte parlare di note olfattive è davvero riduttivo perchè un profumo deve in primo luogo scatenare un’emozione, uno stato d’animo…

Per me, Alchimie du Matin è pura eleganza. Non è invadente, eppure persiste, creando quel sottile filo di seduzione, sempre fine e mai eccessivo, che porta due mani a cercarsi e intrecciarsi al buio. Che fa giocare le dita tra i capelli, mentre si avviluppano ai riccioli. E’ come un bacio sul collo, uno di quelli lievi, quando le labbra sfiorano delicatamente la pelle e l’accarezzano con deliberata lentezza… come una goccia di rugiada che, senza fretta, scivola giù e si dissolve, tra le prime luci del mattino.

È alchimia. Ed è molto, molto personale.

PROFUMO RANCè ALCHIMIE DU MATIN

 

Rancé Alchimie du Matin Eau de Toilette Spray nel formato 50 ml ha un costo di € 76,00; è disponibile anche il formato da 100 ml a € 108,00. Potete trovare tutti i profumi Rancé 1795 presso la Boutique di Corso Magenta 15/a a Milano e presso selezionatissime profumerie concessionarie.

Share

You May Also Like

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.