Barcellona

Andiamo alla scoperta di Barcellona

Sole, persone che arrivano da tutto il mondo, ottima cucina e arte: Barcellona è una delle capitali più cosmopolite e piene di attrattive d’Europa. Ma quali sono le tappe più interessanti per chi visita questa splendida città? I punti di interesse sono moltissimi e chi ha a disposizione un soggiorno ridotto dovrà sicuramente fare una scelta. Ecco alcune delle attrazioni da non perdere a Barcellona. Sono tanti i voli low cost che collegano l’Italia con Barcellona. Allo scalo catalano si può noleggiare un’auto appena atterrati. Il nostro consiglio è quello di prenotare in anticipo l’auto, attraverso i tanti comparatori come Tinoleggio.it per risparmiare tempo, evitando lunghe attese ai punti ritiro.

Parc Güell, la Sagrada Familia e l’arte di Gaudì

Uno dei simboli della città, forse il più noto, è lo splendido Parc Güell. Risalente agli inizi del XX secolo, si tratta di un imponente complesso di opere architettoniche e splendidi giardini che compongono un vero e proprio museo a cielo aperto. Scaturito dal genio dell’architetto Antoni Gaudì, Parc Guell è una delle mete più amate dai visitatori.

Barcellona, Parc Guell
Barcellona, Parc Guell

Una passeggiata tra le meraviglie del parco, come la Sala delle Cento Colonne o le numerose zone panoramiche, è una delle tappe imperdibili per chi decide di visitare la città e viverne a pieno lo spirito: artisti di strada, giovani, turisti e amanti dell’arte troveranno qui l’atmosfera magica che ha reso Barcellona celebre in tutto il mondo.

Ma Parc Güell non è l’unica impronta lasciata sul volto della città dall’arte di Gaudì: nel cuore del quartiere che prende il suo nome, facilmente raggiungibile con la metropolitana, sorge la maestosa Sagrada Familia. Si tratta di una cattedrale ormai famosa in tutto il mondo per il suo aspetto unico: torri e sculture di ispirazione fiabesca si intrecciano per dare vita a un’opera che sembra uscita dal sogno di un visionario. Se le facciate bastano a lasciare a bocca aperta i visitatori, una visita al suo interno sarà in grado di rendere il ricordo di Barcellona indimenticabile. Meglio, però, calcolare con largo anticipo la visita: le file di turisti all’entrata possono costringere anche a diverse ore di attesa.

Barcellona, interno della Sagrada Familia
Barcellona, interno della Sagrada Familia
Barcellona, dettaglio Casa Batllo
Barcellona, dettaglio Casa Batllo

Le Ramblas e il Barri Gòtic

Il centro di Barcellona è un brulicare continuo di persone, di musica, di vita. Le Ramblas, in particolare, sono la strada più amata dai visitatori che vogliono concedersi una lunga passeggiata in mezzo ai negozi e alle bancarelle di artigianato. Il celeberrimo viale unisce Piazza Catalunya al lungomare. Da qui, inoltre, potranno essere raggiunti il grande mercato rionale della Boqueria, famoso per la quantità di prodotti ortofrutticoli e gastronomici tipici in vendita, e moltissimi dei locali notturni più alla moda.

Barcellona, La Boqueria
Barcellona, La Boqueria

Il centro cittadino è una continua scoperta per chi decide di esplorarlo a piedi: dietro la Cattedrale di Santa Eulalia, splendido esempio di architettura gotica, si dipana uno dei quartieri più affascinanti di Barcellona. Il Barri Gòtic, o Barrio Gotico, è un intreccio di strade e vicoli nei quali si può intravedere parte dell’antico passato della città. Chi è alla ricerca di negozietti caratteristici o piccoli ristoranti nei quali trascorrere la serata, magari davanti a un buon bicchiere di vino catalano, non potrà perdersi una visita in questo suggestivo quartiere, il cui fascino è rimasto inalterato nel tempo.

Cosa mangiare a Barcellona

wine-1123106_1280

Chi arriva a Barcellona con la speranza di cogliere qualcosa del tipico spirito spagnolo dovrà – almeno in parte – ricredersi. Barcellona, in quanto “capitale” della Catalogna, è in realtà un mondo a parte: cultura, lingua e tradizioni rappresentano un unicum che non troverete in nessun’altra regione spagnola. Uno degli aspetti più peculiari della città è la ricca tradizione culinaria, che propone numerose specialità di carne e di pesce.

Accanto alla classica paella, per esempio, si collocano minestre e risotti tipici a base di pesce come l’arroz a banda, l’arròz negre e la ricca Zarzuela.

tapas
Tapas

Gli amanti della movida non potranno evitare di concedersi una serata a base di birra, sangria e tapas, sfiziosi stuzzichini – tradizionalmente serviti al bancone dei bar – che accompagnano le bevute tra chiacchiere e risate.

E al momento del dessert? Tra i tanti dolci catalani, tutti meritevoli di assaggio, spiccano la famosa crema catalana e il mel y mató, una crema calda condita con miele.

Share

You May Also Like

2 comments on “Andiamo alla scoperta di Barcellona

  1. settembre 23, 2016 at 12:50 pm

    Ho visitato Barcellona qualche anno fa e l’ho trovata splendida, una delle città più belle da vedere <3

    • settembre 23, 2016 at 2:06 pm

      Sì, è davvero bella! Infatti medito di tornarci, magari per un weekend lungo <3

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *