TraveLadies Destinazione Milano: The Hub Hotel

Milano, capitale d’Italia della moda, del design e del lusso, nei primi 6 mesi del 2018 secondo i dati dell’Assessorato al Turismo, Sport e Qualità della Vita ha accolto quasi 5 milioni di persone, con una tendenza in crescita costante. Chi è il visitatore medio? Spesso è donna, ha tra i 30 e i 45 anni e viaggia da sola… è una delle tantissime “Travel Ladies“, viaggiatrici attive che pretendono di più: cercano hotel di qualità, in cui potersi sentire sicure ma anche coccolate.
Quando non si conosce la città, però, può essere difficile destreggiarsi nella vasta offerta ricettiva presente: e allora perchè non far riferimento a chi, invece, la città la vive quotidianamente?

Oggi vi racconto la mia esperienza all’Hub Hotel Milano, una struttura 4 stelle di taglio prettamente business che ha accolto me e la mia amica Laura per una notte.

The Hub Hotel Milano: dove si trova

La zona è quella di Milano Certosa (tangenziale Ovest) a pochissima distanza dagli svincoli per la A4 Torino – Venezia e la A8 Milano Laghi: capirete quindi che non ci troviamo proprio in un’area centrale della città e se lo scopo della visita è quello di andare alla scoperta del centro storico di Milano diciamo che siamo abbastanza distanti… ci vogliono circa quindici – venti minuti di metropolitana, la fermata più vicina – raggiungibile con un’apposita navetta messa a disposizione dall’hotel, di cui vi suggerisco di approfittare – è quella della linea rossa di Molino Dorino.

The Hub Hotel invece è la location perfetta se, per lavoro o per piacere, volete andare in Fiera, che sia quella di Rho oppure quella di Milano City, molto vicine all’hotel che, anche in questo caso, mette a disposizione delle navette che in pochi minuti vi portano a destinazione.

Il punto di vista di una “TravelLady” sulla zona di The Hub Hotel: l’area è prettamente industriale, nei dintorni di raggiungibile a piedi c’è un cinema multisala al cui interno sono presenti alcune attività di ristoro, ma non molto di più, a meno di non prendere il sottopasso pedonale che porta oltre la tangenziale. Personalmente il consiglio è di muoversi in taxi la sera, se si vuole uscire dall’hotel, oppure di arrivare direttamente con la propria auto. A questo proposito, da donna che viaggia spesso anche da sola, non posso che apprezzare la presenza di un garage coperto e custodito direttamente collegato tramite ascensore interno all’hotel: indubbiamente un arrivo o un rientro anche in tarda serata o nottata non mi farebbe sentire insicura!

The Hub Hotel Milano: la camera

Io e Laura abbiamo condiviso una camera doppia di livello superior, al nono piano: non particolarmente ampia, ma elegante e confortevole. Legno, pietra, acciaio e vetro gli elementi principali legati all’arredamento e ai decori della camera, riescono a darle un aspetto moderno e al contempo caldo. Menzione d’onore all’ampia vetrata che permette di lasciar correre lo sguardo su Milano e alla perfetta insonorizzazione – cosa per nulla scontata in molti hotel, ve lo assicuro – che ha permesso un sonno tranquillo.

the hub hotel camera superior

the hub hotel bagno

the hub hotel buonanotte

Il punto di vista di una “TravelLady” sulla camera di The Hub Hotel: oltre alla dotazioni standard di una camera di questo tipo, non posso che evidenziare la gradite attenzioni riservate proprio alle ospiti femminili. Troviamo infatti non solo un bollitore con una particolare selezione di tisane, ma anche una rivista, un piccolo beauty kit con creme e detergenti naturali e addirittura dei collant, in taglie diverse, nel caso di “emergenza smagliatura”! Bravi!

the hub hotel travelling ladies kit

The Hub Hotel Milano: la Spa Sensation e la Piscina riscaldata

Dopo aver lavorato, andare prima in piscina e poi in Spa è davvero un toccasana! Bisogna salire al 14 esimo piano dell’hotel, dalle cui vetrate tra l’altro si può ammirare il panorama della città. La piscina è ampia e soprattutto riscaldata: immergersi e lasciarsi avvolgere dall’acqua calda mentre fuori fa freddo è super rilassante… così come potersi godere un bellissimo tramonto rosato.

the hub hotel piscina

the hub hotel piscina tramonto

La zona della Spa, ad accesso distinto rispetto alla piscina, è una piccola oasi di benessere: possiamo trovare una Sauna, un Bagno Turco, le Docce emozionali, un piccolo percorso Kneipp ideale per riattivare la circolazione e naturalmente l’idromassaggio. Come vi dicevo non è grandissima, però personalmente apprezzo il senso di “intimità” che trasmette: in più c’è anche un angolo adibito a piccola tisaneria, per un maggior senso di coccola.

the hub hotel spa

the hub hotel spa idro

the hub hotel idromassaggio

the hub hotel sauna

Presso la Spa è anche possibile prenotare dei trattamenti di benessere ed estetici: io non ne ho usufruito e mi sono limitata a rilassarmi in libertà sfruttando soprattutto l’idromassaggio – ho deciso che è una cosa che dovrei davvero fare più spesso! – e se non fosse stata quasi l’ora di cena, vi confesso che sarei rimasta lì ancora!

the hib hotel spa sensation

The Hub Hotel Milano: The Mirror Restaurant

Come vi raccontavo prima, nella zona non c’è molta scelta per quanto riguarda la ristorazione: vi confesso che non sono mai stata una grande estimatrice dei ristoranti negli hotel, trovando i menu spesso troppo banali e il rapporto qualità/prezzo poco soddisfacente. Nel caso di The Mirror, però, mi sono ricreduta.

La cucina dello chef Vincenzo Perrone privilegia piatti e materie prime legate al territorio, scelte laddove possibile a km zero: una cucina fatta con alimenti genuini, per una cena saporita ma non pesante. Io ho preso come antipasto i Petali di Roastbeef freddo servito su Misticanza novella ed emulsione alla Senape di Digione, un primo di Gnocchetti di patate fatti in casa con crema di Zucca, Gorgonzola, Pancetta tesa e Olio alle erbe, come secondo dei Bocconcini di Manzo sfumati alla Birra e Paprika con tortino di Patate gratin e, giusto per non farmi mancare niente, ho diviso con Laura il dolce, uno Scrigno di sfoglia tiepido con Mele profumate alla Cannella su salsa Vaniglia.

The Hub Hotel - Mirror Restaurant
Petali di Roastbeef freddo servito su Misticanza novella ed emulsione alla Senape di Digione
The Hub Hotel Mirror Restaurant
Gnocchetti di patate fatti in casa con crema di Zucca, Gorgonzola, Pancetta tesa e Olio alle erbe
The Hub Hotel Mirror Restaurant
Bocconcini di Manzo sfumati alla Birra e Paprika con tortino di Patate gratin
The Hub Hotel Mirror Restaurant
Scrigno di sfoglia tiepido con Mele profumate alla Cannella su salsa Vaniglia.

Menzione d’onore anche alla presentazione dei piatti – perchè sì, in cucina anche l’occhio vuole la sua parte – e alla preparazione e cortesia dello staff che ci ha spiegato con cura le nostre pietanze, cosa che apprezzo sempre. Come vi dicevo, una cena sicuramente sopra le aspettative e decisamente soddisfacente: tutto ben cucinato, ben presentato e in porzioni corrette. Cenare al The Mirror non è sicuramente una scelta “di ripiego”, tutt’altro! Naturalmente il ristorante è aperto anche ad avventori esterni.

Il punto di vista di una Travel Lady sulla cucina del Mirror Restaurant: molto apprezzabile la scelta della pasta fatta in casa e la possibilità di provare piatti tipici della cucina lombarda e milanese; per venire incontro alle diverse esigenze alimentari, nel menu sono comprese anche scelte vegane e light (come ad esempio i miei petali di roastbeef), sempre appetitose e tutt’altro che “tristi”. Bravi!

concerto hotels

Ed è con una ricca colazione l’indomani, sempre presso il Mirror Restaurant, che si conclude la mia esperienza al The Hub Hotel: una struttura che sono stata contenta di poter conoscere, in cui mi sono sentita accolta, coccolata e sicura. TraveLady approved? Assolutamente sì!

 

THE HUB HOTELVia Privata Polonia, 10 – 20157 Milano. Tel. +39 02 78627000; mail: iinfo@thehubhotel.com

 

Share

You May Also Like

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.