Viaggiare in USA dall’Italia: i documenti

Ho appena trovato un’ottima offerta per un viaggio a Miami, ma… quali documenti mi servono per viaggiare?

Miami e la Florida sono state le mete del mio primissimo viaggio negli Usa, circa 12 anni fa: da allora ci sono tornata spesso e ormai tutte le formalità e i documenti necessari li conosco, tuttavia mi rendo conto che, per chi non è mai andato negli Stati Uniti, rappresenta una domanda molto comune e di certo non banale. Capire cosa serve prima di prenotare un viaggio internazionale – di ogni genere – è fondamentale, anche perchè sarebbe terribile perdere la vacanza per un rifiuto in aeroporto, non trovate?

La primissima cosa di cui avete bisogno è un passaporto. Viene richiesto a tutti gli Italiani che vanno negli USA e, se avete in programma un viaggio, il mio consiglio è di procurarvelo il prima possibile; se invece ce l’avete già, ricordate che deve essere valido per almeno 6 mesi dopo il ritorno in Italia.

Miami Beach Florida
Miami Beach, Florida

Come faccio a procurarmi un passaporto, e quanto tempo ci vorrà?

Requisito fondamentale per ottenere un passaporto italiano è l’essere cittadini italiani. Viene rilasciato ai maggiorenni con una validità di 10 anni dalla data di emissione e, contrariamente a quanto avveniva in passato, anche i minorenni devono avere il loro passaporto individuale (prima venivano registrati sul passaporto dei genitori).

Il passaporto viene rilasciato dalle Questure (preferibilmente bisogna rivolgersi a quella di residenza) e attualmente la procedura si svolge in parte online e in parte di persona; come prima cosa bisogna accedere all’agenda presente su https://www.passaportonline.poliziadistato.it per prendere un appuntamento presso la questura di competenza per consegnare la domanda.

Bisogna infatti recarsi all’appuntamento in Questura con tutta la documentazione richiesta e cioè:

  • modulo di richiesta, scaricabile da https://www.poliziadistato.it/articolo/10301-Il_Rilascio/
  • carta d’identità in originale più una fotocopia
  • 2 foto tessere uguali e recenti
  • ricevuta di pagamento di € 42,50 da effettuarsi tramite gli appositi moduli prestampati che si trovano negli uffici postali;
  • una marca da bollo di € 73,50

I tempi di rilascio del passaporto sono variabili, possono volerci pochi giorni così come qualche settimana: il consiglio in questo caso è di muoversi il prima possibile; in caso di una partenza improvvisa è possibile richiedere il rilascio con urgenza, nel momento in cui si ha già il biglietto aereo.

disneyworld, Orlando, Florida
Disneyworld, Orlando, Florida

Esta Italia

L’Italia fa parte del programma Visa Waiver, il quale permette ai cittadini Italiani di viaggiare negli Stati Uniti senza un visto. Il 12 Gennaio 2009, l’ESTA (thе Elесtrоniс System fоr Trаvеl authоrizаtiоn, Sistema Elettronico per l’Autorizzazione di Viaggio – Esta Italia) è diventato obbligatorio per il programma Visa Waiver.

L’ESTA è stato istituito per via delle più stringenti leggi sulla sicurezza ed in pratica è una richiesta preventiva d’autorizzazione che deve essere effettuata da tutti i viaggiatori degli Stati partecipanti al Visa Waiver, compresa quindi l’Italia. Chiaramente non sostituisce la necessità del passaporto elettronico, vanno avuti entrambi per poter entrare negli Stati Uniti. L’intera procedura di domanda per l’ESTA viene condotta online e gestita dal Dipartimento Statunitense per la Sicurezza Nazionale (DHS).

L’Esta quindi non è un visto, il suo scopo è permettere al DHS di “scremare” tutti i Viaggiatori con Visa Waiver prima che lascino i loro rispettivi paesi. Infatti va richiesto almeno 72 ore prima della partenza, anche se spesso viene rilasciato nel giro di pochi minuti… ma meglio non rischiare, no?

E’ importante sottolineare che avere l’Esta approvata non garantisce l’entrata, ma è un prerequisito indispensabile per viaggiare verso gli Stati Uniti sia per via aerea che navale.

miami South Beach - Florida
Miami South Beach – Florida

Cose da Sapere su ESTA:

  • L’ESTA (Autorizzazione di Viaggio per gli USA) non è un visto. È una preautorizzazione per salire su una nave o un aereo in partenza verso gli Stati Uniti.
  • Lo scopo di ESTA è quello di permettere al governo USA di controllare preventivamente tutti i Viaggiatori con Visa Waiver prima che lascino i loro rispettivi paesi.
  • I cittadini di uno dei 37 Paesi Visa Waiver (compresa l’Italia) che entrano negli U.S.A. col programma Visa Waiver devono richiederlo, almeno 72 ore prima della partenza.
  • Se la richiesta per l’ESTA viene respinta, diventa necessario ottenere un Visto da Visitatore di livello B-1, o uno da Turista B-2.
  • Un’Autorizzazione di Viaggio ESTA approvata non garantisce l’entrata negli Stati Uniti d’America.

Viaggiare in Usa: la check list

Ecco un piccolo reminder di quello che è importante verificare prima di intraprendere un viaggio in uno stato extra europeo e in particolare per viaggiare in Usa:

  1. Il passaporto: ce l’hai e non è scaduto?
  2. Requisiti di entrata: hai un ESTA o un visto valido?
  3. Assicurazione di viaggio: sei coperto?
  4. Sicurezza: hai registrato i tuoi piani di viaggio sull’apposito sito della Farnesina e controllato gli ultimi avvisi sulla sicurezza per la zona in cui stai andando?
  5. Soldi: hai prenotato dei dollari in banca e hai un plafond sulla tua carta di credito sufficiente a coprire le tue spese
  6. Prenotazioni: hai prenotato un alloggio almeno per la prima notte?
  7. Arrivo e partenza: hai verificato come arrivare/partire dai vari aeroporti?
  8. Spostarsi: sai come ti muoverai e se devi prenotare dei biglietti?
  9. Guidare: se pensi di noleggiare un’auto, hai la patente adatta e conosci le regole stradali statunitensi?
  10. Telefono: hai disattivato il roaming di dati e la segreteria oppure hai attivato un piano/opzione per l’estero?
  11. Voltaggio: hai controllato se i tuoi elettrodomestici italiani sono compatibili coi voltaggi americani e, dato che forse non lo saranno, ti sei munito di adattatori/trasformatori?
  12. App: hai scaricato le mappe offline, le app di viaggio o una guida turistica sul tuo smartphone?
  13. Medicinali: se prendi farmaci particolari, hai controllato che siano permessi legalmente negli Stati Uniti ed eventualmente hai con te la ricetta tradotta in inglese?

Spero che questo piccolo (?) approfondimento sui documenti necessari per viaggiare in Usa partendo dall’Italia (o da altro Stato europeo!) possa essere d’aiuto se state organizzando il vostro primo viaggio americano!

Share

You May Also Like

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *